TAGLIANDO AD UN MITSUBISHI PAJERO V80

0

Una pratica guida “fai da te” per eseguire da soli il tagliando al proprio Pajero, cercando di mettere in luce quali possano essere i metodi per risparmiare qualcosa sul conto finale, specialmente facendo riferimento a ciò che attualmente si può arrivare a spendere presso un’officina autorizzata. Il lavoro è stato eseguito su di un Pajero V80 3.2 DI-D 4M41 del 2008, ma la procedura da seguire è la medesima per ogni V80 alimentato a gasolio.
In questo lavoro sono stati utilizzati tutti ricambi originali, come si può vedere in foto:

17983334vc

Nel dettaglio sono necessari i seguenti ricambi:

1 filtro olio motore 1230A046, 23,59€
1 rondella tappo scarico olio motore MD050317, 1€
1 filtro gasolio MZ690442, 45,71€
1 filtro aria XR404847, 29€
1 filtro antipolline 7803A028, 32,44€

Per un totale di 131,74€. È evidente tuttavia che a seconda della tipologia di filtro che si sceglie di acquistare (originale, equivalente all’originale o commerciale) è diverso l’importo che dovremo sostenere. Per esperienza tuttavia consigliamo una spesa più consistente in materia di filtri, ciò garantirà la certezza di installare un prodotto conforme alle specifiche del costruttore che garantisca la necessaria affidabilità: non sono rari i casi, ad esempio, di filtri olio le cui guarnizioni non garantiscono la tenuta o filtri del gasolio che a causa della scarsa qualità della matrice filtrante creano problemi ai delicati sistemi di alimentazione common-rail.

Se proprio non ci si vuole orientare su prodotti originali, consigliamo come prodotto equivalente, i filtri della MANN http://catalog.mann-filter.com/EU/ita i quali rispettano gli standard imposti dal costruttore e, in molte applicazioni, rappresentano un’installazione di primo equipaggiamento del veicolo. Attraverso una rapida ricerca sul web è possibile scovare diversi siti specializzati nella vendita di ricambi auto che trattano questo marchio e che spesso offrono ottimi sconti sui prodotti. In questo senso è possibile limare ulteriormente (anche di qualche decina di euro) la voce di costo “ricambi”.

In foto si possono anche vedere due prodotti della Tunap che consigliamo caldamente di utilizzare:

Tunap 181 Contra Sept, igienizzante abitacolo, 10€
Tunap 134 micro logic, depuratore Common Rail, 23€

I quali possono essere acquistati presso gli autoricambi più forniti.
Vediamo adesso nel dettaglio le diverse procedure per la sostituzione dei filtri, incominciando dal filtro antipolline.
Questo filtro è posto all’interno dell’abitacolo, dietro il cassetto portaoggetti posto davanti il sedile del passeggero. Per poter accedere al filtro è necessario far ruotare verso il basso il cassetto stesso, esercitando con le due mani una forza di compressione sui lati, allo scopo di svincolare le guide dai fermi:

17983336jk

In questo modo il cassetto può ruotare fino a toccare il poggia piedi. Per estrarre il filtro abitacolo basta a questo punto rimuovere con un cacciavite a croce le due viti di ritegno:

17983339wg

Così è possibile estrarre facilmente il vecchio filtro semplicemente tirandolo verso di se:

17983341sf

A questo punto si accende il motore e si inserisce l’aria condizionata a media potenza. Con il Tunap 181 eroghiamo piccole quantità di prodotto fino al completo esaurimento della bomboletta:

17983342lz

È opportuno variare la direzione del flusso periodicamente attraverso le diverse bocchette, in modo da far passare il prodotto per tutti i condotti dell’aria e ottenere un’igienizzazione più completa. Una volta esaurito il prodotto lasciamo l’impianto acceso per ancora qualche minuto in modo da far aspirare completamente eventuali residui. Possiamo quindi installare il nuovo filtro avendo cura di osservare la freccia stampigliata su di esso riportante la direzione del flusso, e di orientarla verso il basso:

17983345ig

Si riavvitano le due viti di fermo e si rimette in posizione il cassetto con lo stesso metodo utilizzato per rimuoverlo.
Passiamo adesso al filtro del gasolio. Esiste più di un modo per la sua sostituzione; noi illustriamo qui la maniera più pulita possibile che evita inutili sversamenti di diesel nel vano motore.
Individuato il filtro nel vano motore, stacchiamo il connettore elettrico grigio del sensore presenza acqua nel filtro:

17983348gd

Svitiamo le due viti a testa esagonale maschio che trattengono il filtro sul supporto ancorato al vano motore:

17983347ms

Solleviamo il filtro e osserviamo alla sua base il piccolo tappo di scarico che serve a far defluire l’acqua che eventualmente si accumula all’interno del filtro stesso:

17983350zy

Nello spazio lasciato dal filtro mettiamo una bottiglia di plastica ed un imbuto. Svitiamo il tappo di spurgo:

17983909zx

E lasciamo che il filtro si svuoti completamente del gasolio (ed impurità!) presenti al suo interno. Una volta che il filtro si è vuotato completamente riavvitiamo manualmente il tappo di scarico sul fondo del filtro e rimettiamo in posizione l’assieme completo sulla staffa porta filtro, serrando le rispettive viti alla coppia di 11Nm:

17985594hn

Staccare la fascetta di ritegno dalla tubazione di alimento del combustibile e rimuovere il tubo:

17983916uf

Per svitare il filtro si può a questo punto utilizzare una chiave a catena (valore commerciale 2,5 euro all’Ipercoop):

17983915kd

Oppure una chiave a nastro o cinghia. Impegnare la chiave sul filtro:

17983917qf

E svitare per allentare la tensione. La rimozione finale avviene manualmente:

17983918dd

Con il filtro svincolato, rimuoviamo il dado in plastica bianca del sensore presenza acqua aiutandosi con la chiave usata per svitare il filtro nel caso fosse serrata molto stretta (ovviamente se avete una chiave a catena proteggete la plastica con uno straccio altrimenti usate una chiave a nastro):

17983922dt

Recuperiamo la guarnizione toroidale necessaria per garantire la tenuta; prendiamo il nuovo filtro del gasolio e prima di installarci sopra il vecchio sensore presenza acqua, bagnamo la guarnizione con un po’ di olio motore:

17984371ay

Installiamo sull’ alloggiamento portafiltro il nuovo filtro completo di sensore e serriamo saldamente a mano. Ricolleghiamo il tubo di alimentazione al filtro e pompiamo diverse volte la pompetta superiore allo scopo di riempire con gasolio proveniente dal serbatoio il nuovo filtro evidentemente vuoto:

17984372ds

Si devono eseguire diverse pompate fino a sentire una crescente resistenza segno del completo riempimento. Ricolleghiamo infine il connettore elettrico del sensore presenza acqua.
Per quanto riguarda il filtro aria (sicuramente il più semplice di tutti da sostituire), sganciamo le clip metalliche della scatola portafiltro:

17983911yh

 

Sollevato il coperchio è possibile estrarre il vecchio filtro. Si badi bene che la sezione che si vede quando si apre il coperchio è quella pulita (per cosi dire) come si può vedere dal colore rosa; tuttavia è sufficiente osservare l’altra faccia per rendersi conto dello stato di consumo del filtro stesso:

17983912md

Posizioniamo in sede il nuovo filtro:

17984373ds

E reinstalliamo il coperchio dell’air-box assicurandolo con le tre clip.
Per concludere il tagliando è necessario infine sostituire il lubrificante e il relativo filtro. Lo scarico dell’olio motore vecchio deve essere effettuato a motore caldo per facilitarne il deflusso. Rimuovere la piastra di protezione anteriore del motore (diversa a seconda del modello installato, intera o scomponibile). Individuare sulla coppa dell’olio il tappo di scarico dell’olio. Considerando che usciranno circa 9 litri di olio motore, posizionare sotto la coppa un recipiente di adeguate dimensioni onde evitare spiacevoli fuoriuscite. Svitare il tappo e lasciare defluire il vecchio lubrificante (accertarsi che il veicolo sia in piano):

17984376hg

Aspettando la fuoriuscita di tutto l’olio, installiamo sul tappo si scarico la nuova rondella di tenuta avendo cura di posizionare la parte convessa verso l’alto cioè rivolta verso la coppa:

17984381ej

Serrare il tappo della coppa alla coppia di 39Nm:

17984382nm

È necessario adesso sostituire il filtro. Per farlo si deve rimuovere il pneumatico anteriore destro. Impegnare alla base del filtro la medesima chiave utilizzata per il filtro del carburante e svitare il vecchio filtro:

17984378da

Assicurarsi che la guarnizione di tenuta non rimanga incollata sulla sede portafiltro, pena perdita certa di olio. Prendere il nuovo filtro olio e riempirlo di olio nuovo; la capacità è poco meno di 1 litro:

17984683td

Lubrificare la guarnizione superiore del filtro (come fatto per il filtro del gasolio) e installare il filtro nella sua sede eseguendo anche questa volta un saldo serraggio manuale (per avere un idea di quanto serrare, una volta che la guarnizione tocca la sede portafiltro, avvitare il filtro stesso di 3 / 4; in questo senso può esser utile disegnare sula cartuccia filtro quattro linee bianche sfalsate di 90° fra loro).

17984685nk

Non ci resta quindi che rifornire il nostro motore con del nuovo lubrificante:

17984686pp

Purtroppo è proprio qui che viene la nota dolente. Tutti noi sappiamo che quando si esegue un comune tagliando presso un’officina (non per forza ufficiale) la voce di costo più elevata è quasi sempre rappresentata dal lubrificante. Leggendo vari forum abbiamo constatato di persone che normalmente pagano cifre vicine ai 30 €/Litro per l’olio motore; tenendo in considerazione che nel Pajero entrano poco meno di 10 litri, si capisce come in certi casi si possa arrivare a pagare un semplice tagliando anche 500€. Per poter risparmiare sui costi di manutenzione la strategia più efficace è proprio quella di risparmiare sulla voce più onerosa, cioè sul lubrificante, senza tuttavia dover ricorrere a prodotti di scarsa qualità.
Per poter risparmiare sull’acquisto del lubrificante si potrebbe pensare ad esempio di rivolgersi alla grande distribuzione degli ipermercati, che ormai quasi sempre riservano scaffali interi a prodotti destinati all’automotive, tra cui anche gli oli motore. In queste realtà è relativamente facile trovare lubrificanti completamente sintetici di marche conosciute a prezzi molto vantaggiosi (anche sui 14-15 €/L).

Tuttavia neanche la grande distribuzione può avvicinarsi minimamente a quello che riesce a garantire il web: nel nostro caso ci siamo rivolti ad Ebay, grazie al quale abbiamo potuto scovare questo rivenditore tedesco:
http://stores.ebay.it/levoil
i prezzi che riesce raggiungere sono veramente bassi specialmente per alcuni oli di altissimo livello. L’unico aspetto negativo è rappresentato dai costi di spedizione che arrivano a 20,50€ per un carico massimo di 25 Litri. Tuttavia, considerando ad esempio un olio oscillante sui 5 €/L, sarebbe possibile acquistare un carico di 20 litri, andando a spendere 100€ + 20,50€, e quindi ripartendo su due tagliandi il costo della spedizione. In questo caso per 10 litri avremo un costo (compreso della spedizione) di soli 6 €/L!
Nel nostro caso in particolare abbiamo acquistato 20 litri di olio Shell HELIX Diesel Ultra 5W-40, 100% sintetico, API CF, ACEA B3/B4, del costo di 4,79 €/L. Tenendo conto dei costi di spedizione è stato pagato un olio che in Italia viene venduto tra i 25 e i 30 €/L, solamente 5,8 €/L.

N.B.: Nell’acquisto dell’olio lubrificante è bene consultare il libretto di bordo per verificare attentamente le specifiche necessarie. Ciò è particolarmente significativo nei veicoli dotati di filtro anti-particolato. In caso di dubbi chiedere prima qui!

IMPORTANTE: conferire l’olio esausto ad un centro di raccolta degli oli esausti: http://www.coou.it/it/chi-isole.asp

Consulenza tecnica: Ing. Gabriele Gentile, MSX Italia

TAGLIANDO AD UN MITSUBISHI PAJERO V80
5 (100%) 3 voti


Comments are closed.