Devi cambiare l’olio alla tua macchina? Non commettere errori e scegli quello giusto

Contiene link di affiliazione.

Il cambio dell’olio è sicuramente fondamentale per il corretto funzionamento della nostra macchina, per questo non dovete sceglierne uno qualsiasi. Ricordiamo infatti che questa miscela liquida serve, soprattutto, a mantenere pulite le componenti meccaniche del motore oltre che a lubrificarlo e a ridurre quello che è l’attrito.

Se l’olio è troppo scadente, o utilizzato troppo a lungo, le conseguenze possono essere molto gravi con danni che ci porteranno a strappare un bell’assegno al nostro meccanico. Ricordiamo che l’olio motore va cambiato ogni 15mila chilometri per le automobili a benzina mentre ogni 30mila per le diesel, anche se è consigliabile cambiarlo a prescindere dal chilometraggio una volta all’anno. Ecco perché molti meccanici consigliano di avere scorte di olio per il motore a portata di mano.

Un meccanico con la stecca dell'olio misura i valori
Olio motore in super sconto, affrettatevi (Fuoristrada.it)

Le caratteristiche dell’olio perfetto

Prima di effettuare l’acquisto però è importante capire qual è l’olio migliore per la nostra macchina. Non sempre i proprietari di un’autovettura sono esperti di componenti meccaniche e di regolazioni del motore, possono dunque commettere degli errori. Proprio per questo vogliamo specificarvi quali devono essere le qualità di un olio quando lo andiamo a scegliere:

  • La viscosità è una delle caratteristiche più importanti che dobbiamo valutare quando andiamo a scegliere l’olio del motore. Sui libretti del motore c’è un codice composto da due differenti valori numerici come per esempio 0W30 o 5W30. Il numero prima W indica il dato di viscosità a freddo, quello dopo quella a caldo;
  • Verificare la presenza delle sigle API (American Petroleum Institute) e ACEA (Associazione Europea costruttori Automobili) che ci forniscono dei dati molto precisi sulla scelta da prendere;
  • Sul libretto della nostra autovettura potremmo leggere anche le indicazioni specifiche del costruttore;
  • I marchi noti sono sinonimo di affidabilità, per esempio Tamoil è un brand che si occupa di petrolio e macchine in generale dal 1983, ormai diventato un punto di riferimento;
  • Il parere del meccanico di fiducia è fondamentale soprattutto se conosce bene il nostro mezzo.

Cambio dell’olio? Fai attenzione a cosa scegli e a come lo cambi

Sono numerosi i tipi di olio affidabili presenti sul mercato e che fanno dunque al caso nostro. Ricordiamo però che il cambio è un processo particolarmente complicato e che deve essere effettuato da un professionista. Non basta, come alcuni credono, aggiungere olio al motore, ma serve necessariamente cambiarlo perché quello sporco riduce la lubrificazione e aumenta quello che è l’attrito. Si tratta di movimenti che aumentano il calore complessivo del motore stesso e accelerano la corrosione.

Olio Tamoil per il motore della macchina

Se invece avete un po’ di manualità potete anche cambiare l’olio da soli, attenti però a seguire i passaggi con doverosa attenzione: per prima cosa si deve aprire il cofano e rimuovere il tappo dell’olio, poi successivamente svitare il bullone del drenaggio che si trova nella coppa e lasciar colare il lubrificante rimasto in circolo in un recipiente. A quel punto si può aggiungere l’olio nuovo evitando di far filtrare all’interno bolle, per far questo il consiglio è di afferrare la tanica con il beccuccio verso l’alto.

Questo testo include collegamenti di affiliazione: in qualità di Affiliati Amazon riceviamo un guadagno sugli acquisti idonei. I prezzi potrebbero variare dopo la messa online.

Gestione cookie