Furti d’auto, il trucco che manda in bianco i ladri: pochi minuti e potrai dormire sonni tranquilli

I furti d’auto continuano ad essere una piaga nel nostro Paese. Qualche piccolo suggerimento per non essere in ansia.

Un po’ tutti, almeno una volta nella vita abbiamo temuto di tornare nel parcheggio dove avevamo lasciato la macchina e scoprire che non c’è più. E’ una paura atavica, quasi come quella per i topi o per la casa svaligiata.

Furti d'auto ancora numerosi in Italia
Come proteggersi dai furti d’auto (Canva) -Fuoristrada.it

Non è neppure infrequenti che questi episodi si sognino di notte, perché fanno sicuramente parte dei potenziali eventi disturbanti del quotidiano.  In realtà la soluzione è semplice, bastano piccoli accorgimenti per essere un po’ più rilassati. Qui di seguito vi spiegheremo come agire e cosa acquistare.

Auto nel parcheggio, perché bisogna stare attenti

Prima di cominciare diamo qualche numero. Stando a quanto riportato dal Ministero dell’Interno nel 2022 i casi di furto di di autovetture si sono attestati sugli 81.497, ossia il 18,9% in più rispetto al 2021. Il 65% degli eventi si verifica nelle ore notturne e il 90% durante i giorni lavorativi della settimana. I mezzi più a rischio sono quelli che hanno non più di cinque anni di vita.

Tra i rischi che riguardano le quattro ruote figurano pure i raggiri. I più diffusi sono quelli dello specchietto e della gomma forata, ma ultimamente si sta facendo largo anche quello dell‘uovo sul parabrezza. Non ne avete mai sentito parlare? Ecco di cosa si tratta. Per adesso le segnalazioni arrivano da Roma, ma non è detto che non venga utilizzato altrove. In pratica si approfitta dell’indecisione delle persone. Il malfattore lancia un uovo sul vetro o sul cofano, così da destare l’attenzione del guidatore, il quale, per capire cosa sta accadendo scenderà dal veicolo dando così tempo a chi ha compiuto il gesto di salire in abitacolo e partire, oppure semplicemente di prendere borse e oggetti di valore presenti all’interno. Come fare dunque a difendersi?

Il suggerimento più semplice è di evitare  di tenere il motore acceso o lasciare le chiavi nel quadro anche se si sa che ci si assenterà per poco tempo. Solitamente i ladri di appostano in maniera da non essere visti e agiscono nel giro di pochi secondi. Ecco perché non andrebbero nemmeno lasciati i finestrini aperti. Anche solo uno spiraglio significa agevolare il lavoro ai malviventi che, con destrezza e con gli strumenti giusti riescono a mettere a segno il colpo in un batter d’occhio.

Antifurto auto, quale comprare
Parcheggio, a cosa stare attenti (Canva) -Fuoristrada.it

Se ci si trova  lontani dalla propria abitazione sarebbe meglio evitare di lasciare la macchina in un parcheggio isolato o non custodito. Se proprio non si può fare altrimenti, ci si può dotare di  un localizzatore GPS in grado di monitorare sempre la posizione del veicolo. In ogni caso è preferibile cambiare posto ogni sera.

Un altro accorgimento per tenersi lontani dai guai è controllare la chiusura delle portiere. Se si usa il telecomando, è consigliabile fare una verifica diretta. Per essere ancora più sicuri si può acquistare un antifurto, o ancora meglio una card protector, per proteggersi da clonazioni  o altre azioni perpetrate da criminali per aprire la vettura e rubarla.

Gestione cookie