Arriva il nuovo bonus: mille euro per azzerare i consumi, come funziona

Meno consumi e ambiente più sano e pulito? Come il nuovo bonus dovrebbe riuscire a garantire entrambi. Chi può usufruirne.

I temi del cambiamento climatico e dell’inquinamento continuano a tenere banco. Comunque la si pensi è impossibile non constatare che negli ultimi anni le stagioni siano diventate più sfumate, con periodi di caldo più lunghi e improvvisi momenti di freddo e di fenomeni di meteo avversi brevi e violenti. Gli esperti ripetono l’importanza di agire nell’immediato così da scongiurare che la deriva diventi irreversibile e ogni Governo, almeno in Europa, sta facendo nel suo piccolo qualcosa.

Bonus 2024
Nuovo bonus statale – Fuoristrada.it

In Italia, ad esempio, è stato appena approvato un bonus dal valore di mille euro, che dovrebbe agevolare lo spostamento dei cittadini verso una mobilità più “verde”. Non è facile convincere tutti, anche perché non tutte le persone sono in condizione di mettere in pratica i buoni propositi. In ogni caso alcune delle nostre Regioni hanno dato il loro consenso all’avvio del programma.

Nuove agevolazioni salva-ambiente, come funzionano

L’incentivo riguarda le biciclette e può arrivare a 500 euro se si tratta di un modello a pedalata assistita, mentre se si opta per una cargo bike,  sempre con aiuto nella pedalata, si può arrivare alla cifra indicata all’inizio dell’articolo.

Per ottenere il contribuito, che andrà a corrispondere al massimo al 50% del prezzo originale, bisognerà comprare entro il 31 dicembre 2024.

Come detto l’obiettivo dell’iniziativa è quello di abbattere le emissioni nocive provenienti da automobili e moto, dando una mano a coloro che sono disponibili e vorrebbero convertirsi ad un mezzo muscolare di farlo senza pesare troppo sul portafoglio.

Vediamo ora chi può richiederlo. Come anticipato non si tratta di un provvedimento esteso a tutto il Paese, ma solo alle Regioni o ai Comuni aderenti, ne consegue che prima di fare domanda occorre informarsi se la propria zona di residenza è coperta. A quel punto la procedura da seguire è facile. Si sceglie la bici e si indica il conto corrente su cui si desidera ricevere il rimborso. E’ importante ricordare che l’intestatario deve essere lo stesso che ha provveduto all’acquisto.

Bonus bici, fino quando
Bonus bici, valore – Fuoristrada.it

La richiesta può essere effettuata tramite Spid, CIE o CNS e prevede l’inserimento della fattura che attesti l’avvenuta spesa, una marca da bollo da 16 euro, i dati del beneficiario, quelli del conto corrente, le informazioni relative alla bicicletta, compreso il numero di telaio, il suo prezzo, la dichiarazione di conformità della stessa ai sensi dell’articolo 50 del Codice della Strada attestata dal costruttore o dal rivenditore.

Gestione cookie