Attesissimo ritorno per una supercar storica “dimenticata”: si cambia drasticamente

Sta per tornare sulle strade della Gran Bretagna una supercar che non si vedeva in circolazione da decenni: i fans non stanno più nella pelle, soprattutto dopo aver scoperto la caratteristica più importante.

Alcune supercar vanno in pensione solo per tornare più forti di prima qualche anno dopo. Questo è successo anche con l’automobile di cui parleremo oggi che, coincidenza vuole, ha sempre avuto un rapporto importantissimo con il mondo delle automobili elettriche. Partiamo dall’inizio e quindi da una ventina di anni fa, quando la vettura è entrata in produzione.

torna la lotus elise
Lotus Elise, il ritorno di un mito (Fuoristrada.it)

Era l’anno 1996 quando la prima Lotus Elise entrò a far parte del listino del marchio britannico. A quei tempi, nessuno pensava ancora alle supercar elettriche, ciononostante il telaio della vettura sarebbe diventato la base per la prima di tutte, la famosa ed importante Tesla Roadster che avrebbe dato il via alla start app di Elon Musk che oggi vale miliardi di Dollari…

Ci sembra quindi giusto che dell’automobile uscita di produzione due anni fa esista anche una versione elettrica tutta nuova che gli appassionati non vedono l’ora di riavere in strada. Non sarà facile trovarne una perchè si tratterà di un modello molto esclusivo e nel caso siate interessati, vediamo quali sono le caratteristiche che rendono la Lotus Elise S1 così spettacolare!

Torna la Lotus Elise: la nuova versione è la Nyobolt

La vettura britannica tornerà in vita grazie alla società di Cambridge specializzata in tecnologie ecosostenibili Nyobolt EV che ha addirittura chiamato in causa il progettista Julian Thomson, padre della Elise S1 originale per disegnare una vettura che possa soddisfare anche il più nostalgico purista del marchio inglese che aspetta un sequel alla famosa vettura sportiva.

Supercar cabriolet
La nuova Lotus Nyobolt è incredibile… (YouTube) – Fuoristrada.it

Leggermente più grande della vettura a cui si ispira – e molto più simile sotto certi versi ad una Porsche aggiungeremmo noi – la vettura di Nyobolt è dotata di una carrozzeria in carbonio che la rende estremamente leggera e performante anche se il punto di forza come potete immaginare è proprio la batteria del motore elettrico della supercar che si ricarica in appena sei minuti netti!

Ma come, niente specchietti retrovisori? No perchè l’automobile utilizza una telecamera per garantire la visuale posteriore, un concetto interessantissimo che potrebbe risultare il feature più rivoluzionario dell’automobile. Il motore Green eroga un’autonomia di 250 chilometri e l’auto dovrebbe entrare in produzione in una serie limitata di soli 25 esemplari nel 2024 ad un prezzo ancora non comunicato alla stampa dal produttore!

Gestione cookie