Lutto improvviso, il mondo dei motori è sconvolto | Il record man che aveva coinvolto anche l’Avv. Agnelli

Il mondo dei motori è in lutto per la scomparsa di un uomo che ha fatto della sua passione per le acrobazie in auto – e non solo! – la sua passione di vita. Ecco la storia dello stunt-man più famoso d’Italia scomparso ieri.

La cosa che si sente dire più spesso una persona indecisa su cosa fare della propria vita è di seguire la sua passione: questo pilota molto famoso in tutta Italia che forse è stato lo stunt-man più noto di tutto il paese ha fatto proprio così. Ora che è scomparso, il mondo dei motori lo ricorda con cordoglio per tutte le grandi emozioni ed i record che ha regalato ai suoi numerosi fans.

Lutto nel mondo dei motori
Lutto nel mondo dei motori (fuoristrada.it)

La passione di una vita

Che sia per pilotare un’auto di Formula Uno, per progettare un’auto che non sempre riceverà il successo che merita o in modo più umile per lavorare semplicemente a contatto con le automobili per averle sempre vicino, chiunque decida di intraprendere una professione legata al mondo dei motori sta compiendo una scelta di vita dettata dalla passione per un oggetto costruito dall’uomo che spesso sembra avere un’anima per gli appassionati.

Lo stunt-man e artista circense Holer Togni scomparso proprio nella giornata di ieri ha fatto di questo concetto una filosofia di vita: non solo per oltre mezzo secolo ha infiammato con la sua passione per i motori gli spettacoli itineranti di tutta Italia battendo anche un Guinness World Record davanti ai severi giudici del comitato dei primati mondiale ma si è letteralmente inventato un lavoro che in Italia non esisteva.

Camion Facebook 31_10_2022 Fuoristrada
Un’esibizione dell’artista circense (Facebook)

Il primo di tutti

Nato nel 1946, Holer Togni entrò molto presto nel mondo dell’arte circense, come spesso succede in questo ambiente, ma capì presto di avere un’altra passione oltre a quella per le esibizioni pubbliche: la guida. Nel 1971 quando aveva poco più di vent’anni, l’uomo caratterizzato dall’inconfondibile cranio rasato ebbe l’intuizione che lo avrebbe reso famoso in tutta Italia e consegnato alla storia con un record pazzesco.

Nel nostro paese negli anni settanta non esistevano ancora gli spettacoli circensi automobilistici: erano molto più diffusi quelli con atleti – trapezisti e cavallerizzi in primis – o con la partecipazione di animali, una vera specialità del Circo Togni. Fu proprio l’uomo a diffonderli, intraprendendo una carriera come stunt-man che avrebbe finalmente diffuso questo fenomeno.

Il primato inimitabile

Holer Togni è famoso per aver coinvolto in uno spettacolo anche l’avvocato Gianni Agnelli, rigorosamente a bordo di una Fiat – una berlina sportiva 131 come quella iscritta al campionato di rally – convincendolo addirittura a sponsorizzare alcuni dei suoi spettacoli in auto. Ma è nel 1995 che Togni entra definitivamente nella storia, battendo il record per il maggior tempo trascorso a bordo di un tir su tre ruote! Un primato folle realizzato con un Iveco da varie tonnellate.

Holertogni Ansa 31_10_2022 Fuoristrada
Lo stunt-man e artista Holer Togni (Ansa)

Secondo la stampa, l’uomo si sarebbe spento ieri all’età di 76 anni nella sua casa di Milano dopo oltre cinquant’anni passati nell’ambiente del circo sempre a bordo di qualche auto modificata e pronta alle più assurde acrobazie immaginabili. Il mondo dei motori è in lutto e si stringe attorno alla famiglia del leggendario acrobata.