Benzina e Diesel, notizia fantastica per gli italiani: le ultime sui prezzi

Vediamo finalmente una luce in fondo al tunnel? La notizia dell’ultima ora riguarda i prezzi di benzina e diesel. Vediamo quali prospettive ci sono.

Quando la crisi energetica si è abbattuta sul nostro paese – come in tutto il continente del resto – gli automobilisti hanno vissuto un periodo terrificante che solo da qualche mese sta iniziando a passare. I prezzi sono ancora in discesa ma lo rimarranno abbastanza a lungo da riportare il costo del carburante a livelli accettabili? Ecco cosa ci aspetta negli ultimi mesi dell’anno.

Notizia Canva 21_11_2022 Fuoristrada
Carburante, ecco cosa sta cambiando fuoristrada.it

Torniamo a respirare

Chi non ricorda i picchi toccati dal litro di benzina e diesel durante i mesi più complicati di questo 2022 che ha rischiato di rivelarsi perfino peggiore dell’anno della pandemia di Covid arrivata dai confini cinesi? Molti automobilisti si son ritrovati a fare i conti con prezzi di anche 2 euro per litro che hanno riportato alla memoria degli storici momenti drammatici come gli Oil Shock degli anni settanta, anche quelli dovuti a gravi tensioni geopolitiche.

Il conflitto tra Russia ed Ucraina che ancora fatica a trovare una risoluzione ha causato una vera crisi energetica, crisi che solo di recente sta iniziando a lasciar intravedere una via d’uscita. Nel frattempo, secondo le ultime notizie, fare il pieno al distributore non è più un salasso come pochi mesi fa. La domanda però è una sola: quando torneremo davvero ai prezzi prebellici?

Notizie recenti

Distributore Canva 21_11_2022 Fuoristrada
Benzina e diesel, qualcosa sta effettivamente migliorando? fuoristrada.it

I dati degli osservatori nazionali non mentono: ad oggi, giorno 21 novembre, i prezzi del litro di benzina si attestano su 1,705 Euro contro i 1,813 Euro del litro di carburante diesel e con alcuni distributori che applicano prezzi ancora più vantaggiosi che fino a pochi mesi fa si trovavano solo oltre il confine italiano, in Slovenia per esempio, e che portano ad una discesa di circa due centesimi per litro non esattamente enorme ma comunque molto rilevante per chi decide di fare il pieno.

Riempire il serbatoio insomma non svuota il portafoglio, almeno, non come prima degli interventi dell’Eni che ha influenzato questo ulteriore ribasso che speriamo tutti sia solo l’inizio di un trend positivo che potrebbe accompagnarci fino alla fine dell’anno. Ma come hanno reagito a questa notizia gli esperti e soprattutto cosa pensano che succederà in un futuro prossimo?

Il parere degli esperti

Prezzi Canva 21_11_2022 Fuoristrada
Stiamo vincendo la guerra dei prezzi? fuoristrada.it

Ad accogliere questa notizia con grande ottimismo è l’Unione Nazionale dei Consumatori che un mese fa aveva già previsto questo trend positivo ancora in corso: “Ottima notizia, finalmente stiamo tornando a valori inferiori a quelli del 2021” aveva affermato il presidente Massimiliano Dona quando erano arrivati i primi ribassi, notando come i prezzi stiano lentamente tornando ai livelli precedenti al conflitto ucraino-russo tuttora in corso.

Secondo i principali quotidiani italiani il Governo sarebbe ancora al lavoro per mantenere questa situazione stabile evitando un improvviso rialzo dei prezzi con diversi interventi tuttora in fase di valutazione e lavorazione. Per il momento insomma, la tendenza del prezzo del carburante al ribasso sembra auspicabile anche per il futuro prossimo. Per capire cosa succederà all’alba del 2023 invece, dovremo aspettare ancora.