Caro carburanti, rischio stangata nelle prossime settimane? Ecco cosa sta succedendo

Gli italiani stanno facendo moltissimi sacrifici in questo periodo, a causa dei rincari spropositati in ogni settore. E non c’è pace nemmeno per quanto riguarda il costo del carburante. Ma cosa succederà nelle prossime settimane? Ecco tutte le ultime informazioni e novità su questo argomento così spinoso!

Il prezzo della benzina e del gasolio sta lentamente tornando a salire dopo la discesa delle scorse settimane. Il prezzo al litro del diesel in modalità self si è attestato su 1,882 euro al litro nell’aggiornamento dello scorso 17 ottobre. Quello della benzina, invece, su 1,705 euro al litro. Un netto rialzo rispetto al mese di settembre!

Caro carburanti 20 ottobre 2022 fuoristrada.it
Caro carburanti: le ultime novità

Non c’è pace, quindi, per gli italiani alle prese già con i rincari delle bollette di luce, gas e con i costi sempre più elevati dei generi alimentari e di qualsiasi materia prima. Ma cosa succederà d’ora in avanti per il caro carburanti?

Caro carburanti, cosa aspettarsi nelle prossime settimane?

Il Governo italiano – subito dopo lo scoppio della guerra fra Russia e Ucraina – è venuto in aiuto degli automobilisti italiani, eliminando il prezzo delle accise sulla benzina. Una mossa che ha consentito una riduzione di circa 30 centesimi al litro sul costo dei vari carburanti! Di mese in mese si sono susseguite le varie proroghe. L’ultima sarebbe scaduta il prossimo 31 ottobre e non si erano avute novità a riguardo su eventuali nuove proroghe! Aggiungete 30 centesimi al prezzo già elevato del carburante e potete ben immaginare l’ansia degli automobilisti!

Fortunatamente, è notizia delle ultime ore una nuova proroga sul taglio delle accise fino al prossimo 18 novembre. Questa la mossa predisposta dal Consiglio dei Ministri e da Mario Draghi, per mezzo di un decreto legge già approvato e reso noto! Nelle prossime settimane a gestire questa spinosa situazione sarà il nuovo Governo che presto si insedierà, con a capo Giorgia Meloni!

La nuova proroga!

Il nuovo esecutivo dovrà pensare subito alla gestione dei rincari, compresi quelli del carburante, ma intanto la proroga sul taglio delle accise è stata approvata dal precedente Governo ancora in carica. Intanto, sono sempre di più le persone che cercano di usare il meno possibile la propria automobile, in modo tale da consumare meno carburante possibile in attesa di tempi migliori.

Proroga taglio accise 20 ottobre 2022 fuoristrada.it
Nuova proroga sul taglio delle accise

Questa la nota di Palazzo Chigi: “Al fine di contrastare il perdurare della crisi energetica e, in particolare, l’aumento dei costi dei carburanti, in continuità con gli interventi emergenziali adottati nel corso del 2022, si proroga, fino al 18 novembre 2022: la riduzione delle aliquote di accisa su prodotti energetici utilizzati come carburanti (aliquote di accisa sulla benzina, sul gasolio e sui gas di petrolio liquefatti (GPL) impiegati come carburanti); l’esenzione dall’accisa per il gas naturale per autotrazione; la riduzione dell’aliquota IVA (fissata al 5%) per le forniture di gas naturale impiegato in autotrazione”.