Volvo, arma segreta: il balzo tecnologico che sorprende tutti

Volvo è pronta a presentare una nuova soluzione tecnologica per le sue auto, che potrebbe rivoluzionare il mercato e dare una spinta al brand svedese.

La tecnologia è da sempre al centro del mercato automobilistico come motrice del progresso motoristico, e chi riesce ad arrivare per primo su un nuovo strumento ottiene un indubbio vantaggio sui competitor. A sorpresa, questo ruolo potrebbe spettare ora a Volvo, la casa svedese che, per quanto nota a livello internazionale, non è proprio considerata in questo momento storico tra i giganti mondiali delle quattro ruote. Eppure, l’azienda pensa di aver ora un asso nella manica per conquistare un ruolo di primissimo piano nel mercato.

Volvo nuova scoperta
Arriva la scoperta che proietta Volvo nel futuro! (Ansa) – Fuoristrada.it

Nata nel 1927 a Goteborg, Volvo è divenuta molto nota e apprezzata nel mondo a partire dagli anni Settanta, grazie alla produzione di auto modello berlina e station wagon come la leggendaria Polar, una delle familiari più solide ed apprezzate. Dal 1999, la storia della casa scandinava è chiaramente cambiata, con l’acquisto da parte della Ford, e dieci anni dopo è stata la cinese Geely, intenzionata a espandersi nel mercato europeo, a rilevarne la proprietà. Da quel momento, anche la produzione e il focus di Volvo sono cambiati.

La contemporanea crescita del mercato dei veicoli elettrici, molto popolari proprio in Cina, ha fatto sì che anche l’azienda di Goteborg iniziasse a specializzarsi in questo settore. Negli ultimi anni, modelli come la EC 40 e la EX 30 hanno ottenuto un buon riscontro tra il pubblico di appassionati, confermando che la direzione è quella giusta. E adesso Volvo punta a fare un ambizioso balzo tecnologico in avanti, grazie a una nuova partnership.

La rivoluzione elettrica di Volvo: si accorciano i tempi di ricarica

L’idea su cui sta lavorando l’azienda sino-svedese è uno modo per ridurre notevolmente i tempi di ricarica delle sue auto elettriche. Per questo, è stata avviata una collaborazione con una startup britannica, Breathe Battery Technologies, nata da un progetto dell’Imperial College di Londra. La piccola società britannica ha messo a un punto un metodo per migliorare la gestione della batteria, che potrebbe ridurre i tempi di ricarica del 30%.

Nuova tecnologia elettrica per Volvo
Le auto Volvo in ricarica. (Volvo Car) Fuoristrada.it

La soluzione di Breathe prevede un sistema dinamico che adatta la ricarica alle condizioni reali della batteria, invece che affidarsi a test empirici e dati prestazionali statici. Questa novità potrebbe aiutare a vincere le ultime resistenze degli automobilisti in merito alle auto a batteria, forti specialmente in alcuni paesi europei e in Nord America. Inoltre, la tecnologia sviluppata da Breathe con Volvo sarebbe applicabile facilmente anche ad altri ambiti, non solo a quello automobilistico.

Se questo sistema di ricarica rapida funzionasse, Volvo andrebbe a conquistare un vantaggio non da poco sui competitor. Restiamo in attesa di saperne di più.

Gestione cookie