Stop alla circolazione di questi veicoli, l’Unione Europea ha deciso: stangata per tantissimi italiani

Notizia importante per la viabilità, con l’Unione Europea che inizia il blocco stradale alla circolazione di veicoli molto usati.

Da diversi anni a questa parte è evidente come ci sia sempre di più la volontà di poter aiutare il nostro pianeta, limitando fortemente l’inquinamento. Si tratta di un gesto che permette così di limitare sensibilmente le emissioni di CO2, con il passaggio da automobili con motore termico a quelle con motore elettrico che sono di grande aiuto.

Stop circolazione, ecco cosa accade
Stop circolazione, lo ha deciso la UE (Fuoristrada)

Chi è sempre stato molto attento da questo punto di vista è l’Unione Europea. Il massimo organo infatti da tempo ha capito che servono una serie di regole molto stringenti per poter provare in qualche modo a limitare quanto più possibile le emissioni.

Il diesel è considerato ormai da tutti come il male assoluto, con sempre più aziende automobilistiche che ne hanno annunciato l’addio dal mercato. Si tratta di una scelta che però cozza con la volontà della gente, perché è innegabile che con questo carburante i costi vadano sensibilmente a diminuire.

Ecco allora come mai sempre più persone stanno cercando di capire in quale direzione potrà vertere il futuro delle quattro ruote. Molte città italiane hanno già cambiato il proprio traffico, con Firenze e la Regione Piemonte che hanno dato il via a una serie di decisioni drastice e che hanno fatto molto scalpore.

L’Unione Europea da questo punto di vista ha deciso di usare il pugno di ferro, per questo motivo si è giunti a una serie di decisioni che sono davvero incredibili che porteranno a una serie di novità difficili da digerire.

Stop auto Diesel Euto5: ecco cosa succede

Sono diversi gli aspetti che premono all’Unione Europea per quanto riguarda il limitare le emissioni di CO2. Ecco dunque come mai di recente si è scelto di bloccare ogni circolazione in ben 76 Comuni del Piemonte, tra cui i capoluoghi di provincia, delle automobili diesel Euro5.

Traffico auto, lo stop inatteso
Traffico auto (Ansa – Fuoristrada)

Per poter circolare avranno bisogno di un particolare strumento chiamato “Move In” che darà modo di calcolare quanto è il massimo di chilometri che quell’auto può percorrere. Il periodo partirà dal 15 settembre del 2023 e terminerà attorno ad aprile del 2024.

In questo periodo dunque non sarà possibile per le auto Euro5 viaggiare all’interno delle strade piemontesi. Stando a quanto viene riportato dall’ACI, sembra che verranno coinvolti ben 140 mila auto in questo stop davvero pazzesco.

Ci saranno anche altri cambiamenti importanti in corso, partendo per prima cosa dal fatto che ci dovranno essere degli aumenti sul prezzo di gasolio e benzina. Il motivo è che dal 2027 diventerà Legge europea il fatto che le compagnie petrolifere dovranno pagare una tassa per le emissioni di CO2 e questo si rifletterà sul prezzo di vendita.

Un ultimo grande cambiamento è legato al fatto che le automobili dovranno presentare al loro interno delle soluzioni antivirus. Questo serve per poter fare in modo che non ci siano delle infiltrazioni hacker nei sistemi tecnologici dell’automobile. Tanti cambiamenti che fanno discutere e che sicuramente comporteranno un duro dibattito in Italia e non solo.

Gestione cookie