Porsche senza freni, al via la missione in Italia: tutto svelato nel 2024

La casa di Stoccarda mostra il lavoro che vuole fare nei prossimi mesi sul territorio nostrano in termini di vendite ed i suoi ambiziosi obiettivi. Ecco la storia. 

Le case tedesche hanno una lunga tradizione in termini di produzione automobilistica. Infatti, sono molti i marchi che inondano ancora oggi le nostre strade di vetture incredibili che sono molto apprezzate da appassionati di motori e semplici guidatori. Di sicuro, l’estetica paga l’occhio e, sotto questo punto di vista, sia le automobili antiche che le vetture più moderne si posizionano in alto nelle classifiche delle vendite, anche grazie ad un comparto tecnico di tutto rispetto.

Porsche logo tedesca
La Porsche è pronta al grande passo (Canva) – Fuoristrada.it

Tutt’oggi per le tedesche questo posizionamento ai vertici permane ed anzi forse ancor di più rispetto al passato vi è stato lo stacco rispetto ai competitor europei: un esempio su tutti è il sorpasso portato da Volkswagen sotto il profilo delle vendite nel mese di dicembre su Fiat, una cosa che non succedeva da più di settant’anni. Le case teutoniche non a caso sono quelle con le auto  più acquistate in Europa dato che offrono modelli per clienti diversi e situazioni diverse.

Dal punto di vista ingegneristico diversi marchi sono stati per alcuni periodi un punto di riferimento per la concorrenza rappresentando il massimo assoluto a cui ambire: uno su tutti però è Porsche che come è risaputo, produce supercar davvero incredibili che la clientela anche nel nostro paese non può davvero ignorare, quando si entra in un autosalone. Il brand poi ha fatto di recente due conti, buttando giù un piano per il 2024.

Porsche, il piano della situazione 

La casa produttrice di auto sportive ha svelato i traguardi raggiunti nel 2023 ed ha rivelato quali saranno gli obiettivi del 2024 per la filiale italiana. Innanzitutto, sono state vendute sul nostro territorio 7.642 vetture nel corso del 2023, il 5% in più rispetto al 2022 con la nostra nazione che rappresenta il terzo mercato per estensione in Europa. Chiaramente, il dato in crescita è dovuto soprattutto alla Macan che è stato il modello più venduto con 3.267 unità. Ha sorpreso però anche la Taycan con 587 esemplari acquistati, segnali positivo per lo sforzo produttivo che il brand sta compiendo verso l’elettrificazione.

Porsche Taycan Supercar
La Porsche Taycan sarà ancora una volta fondamentale per il brand (Porsche Press Media) – Fuoristrada.it

Le vendite online hanno permesso di ottenere questo grande risultato, sono state 587 ovvero un aumento del 22% rispetto al 2022. Il grande impegno per il 2024 è dato dall’investimento di 130 milioni di Euro per rinnovare le concessionarie presenti sul territorio. L’acquisto fisico non è stato chiaramente accantonato ma rappresenta ancora il principale sistema per comprare vetture a marchio Porsche.

Infatti, il brand punta sugli autosaloni con questi luoghi che cambieranno volto nei prossimi mesi con l’obiettivo di renderli il più sostenibili possibili: ci sarà anche una rivoluzione estetica non meglio specificata di queste strutture, su cui sapremo qualcosa in più molto presto. A proposito di sostenibilità Porsche ha fatto sapere che implementerà delle Porsche Charging Lounge ovvero delle stazioni di ricarica esclusive ai veicoli del brand su tutto il territorio nazionale. Una manovra stile Tesla per mandare un segnale forte rispetto al fatto che questa sarà l’alimentazione del futuro.

Gestione cookie