Fiat 500, finalmente la novità che aspettavamo: esulta l’Italia

La Fiat 500 è un’auto che continua ad essere molto amata nel nostro paese, ed ora c’è una svolta. Ecco cosa è stato deciso.

Una delle auto più amate del nostro paese è senza dubbio la Fiat 500, che dopo aver fatto la storia nel vecchio secolo, diventando uno dei simboli del boom economico, è tornata di gran carriera nel 2007, per volontà di Sergio Marchionne. Ebbene, assieme alla Grande Punto fu l’artefice del rilancio della casa di Torino, ed ancora oggi è tra le vetture più vendute in Italia.

Fiat novità svolta 500 ibrida
Fiat novità cambia tutto – Fuoristrada.it

Tuttavia, a sollevare dei dubbi è la versione elettrica della 500, che viene prodotta presso lo stabilimento Stellantis di Mirafiori. Questa specifica non ha una grande domanda, e ciò ha portato alla crisi del sito di produzione torinese. Nel frattempo, si parla molto della nuova Fiat 500, e proprio alla luce della crisi della variante ad emissioni zero, si è deciso di dare una svolta al mercato cambiando le carte in tavola. Ecco cosa si è scelto finalmente scelto di fare.

Fiat, ecco la scelta per l’amatissima 500

Al giorno d’oggi, la Fiat 500 termica ed ibrida viene prodotta in Polonia, nello stabilimento di Tychy, mentre quella elettrica nasce a Mirafiori. Secondo le ultime indiscrezioni, la volontà di Stellantis è quella di riportare in Italia l’intera produzione della 500, in modo da rilanciare gli stabilimenti nostrani.

Fiat 500 avanti con l'ibrido
Fiat 500 in mostra (Fiat Press Media) – Fuoristrada.it

Ebbene, la soluzione potrebbe essere proprio quella di produrre la versione termica a Mirafiori, in modo da riportare a livelli accettabili la produzione di questo storico impianto, dilaniato dalla crisi ed ormai con migliaia di lavoratori in cassa integrazione. Inoltre, si sta decidendo anche per il futuro del motore a benzina, che potrebbe continuare ad esistere.

Secondo quanto dichiarato dal CEO della Fiat, ovvero Olivier Francois, in un’intervista rilasciata al “Corriere della Sera“, la Nuova 500 sarà anche ibrida e dovrebbe essere costruita proprio a due passi da Torino. In sostanza, la piattaforma della deludente 500e verrebbe adattata in modo da ospitare anche il motore a benzina ed il relativo sistema ibrido.

Si tratterà di un investimento non da poco, ma che è necessario per pensare di salvare la 500, dal momento che l’elettrico non sta dando le risposte tanto attese. Al momento, la domanda per le BEV è ancora troppo bassa e puntare solo su di esse sarebbe un suicidio totale. Anche la casa di Torino sembra averlo capito, e produrre una 500 ibrida a Mirafiori potrebbe essere una svolta non da poco.

 

Impostazioni privacy