Leclerc, i ladri che l’hanno derubato rischiano grosso: super stangata

Charles Leclerc ha avuto una brutta esperienza qualche tempo fa, ed ora sembra ci sia finalmente giustizia. Ecco cosa è accaduto.

Il mondiale di F1 targato 2023 sbarca a Las Vegas, dove nelle prossime ore prenderanno il via le prime prove libere. In questo week-end, Charles Leclerc va a caccia del riscatto dopo l’incubo di Interlagos, che lo ha portato a ritirarsi dopo l’incidente che è avvenuto nel giro di riscaldamento. Una roba di questo tipo è inammissibile se ti chiami Ferrari, ma ormai la credibilità della Rossa è pari a zero.

Leclerc i ladri rischiano grosso
Leclerc in conferenza stampa (ANSA) – Fuoristrada.it

Leclerc è un ragazzo che non ha bisogno di presentazioni dal punto di vista del talento, ma con una vettura così ed una squadra ridotta al ruolo di comprimaria, c’è veramente poco da fare. Nel frattempo, per il monegasco è stata fatta giustizia nel nostro paese, dove era avvenuto un fatto molto spiacevole quasi due anni fa. Ecco cosa è accaduto ai ladri.

Leclerc, ecco la pena per i due ladri

Nell’aprile del 2022, a pochi giorni dal Gran Premio dell’Emilia Romagna e del Made in Italy, Charles Leclerc arrivò in Italia da leader del mondiale, dopo aver dominato le gare in Bahrain ed in Australia, presentandosi come grande favorito anche per la tappa di Imola. In quel momento, tutto girava a gonfie vele, ma sin da quei giorni, qualcosa iniziò a cambiare.

Charles Leclerc ed i ladri
Charles Leclerc in azione (ANSA) – Fuoristrada.it

In quel di Viareggio, il monegasco fu rapinato del suo Richard Mille dal valore di 2 milioni di euro, con un inseguimento folle che poi fece il giro del mondo. Dopo tanto tempo, i ladri sono stati arrestati, e pare che, almeno una volta ogni tanto, la giustizia italiana abbia fatto il suo corso e sia arrivata a determinare una pena importante.

Infatti, due dei ladri sono stati condannati a 10 anni di reclusione dal Tribunale di Lucca, città della Toscana situata vicino al luogo del misfatto. Una terza persona è stata condannata a 6 anni, mentre la quarta coinvolta è ancora in attesa di ricevere la pena definitiva. L’episodio si era verificato il 18 di aprile del 2022, mentre Leclerc stava firmando degli autografi, quando i malviventi si sono avvicinati strappandogli il prezioso orologi, del marchio Richard Mille che da sempre lo sponsorizza e lo supporta a livello economico.

Purtroppo, l’Italia sta ormai diventando un paese in cui la delinquenza regna sovrana, ed anche Carlos Sainz è stato rapinato pochi mesi fa. Lo spagnolo è stato vittima di questo furto a settembre, la sera della domenica del Gran Premio d’Italia, anche se grazie ad un super inseguimento è riuscito a riprendersi il prezioso orologio, dopo attimi di vero e proprio terrore.

Di certo, il nostro paese non ci ha fatto una bella figura, dal momento che cose simili si erano sentite solamente in Brasile per ciò che riguarda il mondo della F1, ed anche lì, al giorno d’oggi, la sicurezza attorno agli eventi è stata di gran lungo aumentata. La speranza è che ciò non accada più, ma in Italia ci crediamo poco.

Gestione cookie