Auto usate, come verificare il chilometraggio effettivo? Esiste un trucco infallibile

Le auto usate possono dare tanto a chi le utilizza, ma occhio al chilometraggio. E’ possibile comunque verificarlo, ecco come.

Le automobili usate sono molto richieste e apprezzate. Un po’ perché non tutti possono effettivamente permettersi un acquisto e conseguente investimento di prima mano. Ed un po’ perché questo mercato è comunque estremamente valido. Ciò che è di seconda mano non per forza è da buttare, si sa, e questo vale ancora di più nel caso in cui parliamo di modelli funzionali all’utilizzo a lungo termine.

trucco contachilometri
Ora puoi verificarlo (Fuoristrada.it)

Come per l’appunto nel caso di un’automobile. Semmai quello che richiede una grande attenzione è legato al rischio di truffa che purtroppo permane soprattutto il mercato delle vetture usate.

Per stare un po’ più tranquilli è possibile però fare attenzione ad alcune dinamiche come quella relativa al chilometraggio effettivo di un veicolo a motore. Esiste infatti un trucco infallibile per verificarne i dati e le statistiche precise. Scopriamo come.

Auto usate, alcuni trucchi molto utili per non farsi truffare: i dettagli

Come stavamo dicendo poco fa, è davvero molto importante verificare il chilometraggio effettivo di un’automobile. Anche perché in questo modo è possibile fare un vero affare e guadagnarci in tutti i sensi. La prima e più importante cosa da accertare sta nella effettiva funzionalità dell’odometro. Ciò permette di evitare qualsivoglia di truffa legata al chilometraggio.

trucco contachilometri
Ora puoi verificarlo (Fuoristrada.it)

Andando a controllare le ricevute della manutenzione dell’auto infatti possiamo facilmente verificare se il chilometraggio riportato corrisponde a quello visualizzato sull’odometro della quattro ruote che vorremmo a tutti gli effetti comprare. Se però qualcosa non torna, potrebbe benissimo significare che il chilometraggio è stato variato. Anche dare un’occhiata allo stato degli interni può essere assai utile. Se sono molto consumati o ci sono componenti in cui il colore risulta sbiadito, potrebbe indicare che l’auto ha percorso tanta strada. E che quindi va valutata l’offerta recapitata o da recapitare al rivenditore.

Tornando al contachilometri, il modo più semplice per effettuare una verifica in tal senso è legato alle funzionalità del Portale dell’automobilista. Un sito web in cui è sufficiente andare sul menù servizio online, cliccare successivamente sulle voci cittadino, accesso ai servizi e verifica revisioni effettuate inserendo la targa del veicolo.  Successivamente avrete a disposizione le revisioni effettuate dall’1 giugno 2018 in avanti. Se l’automobile è stata però ritoccata prima del 2018 non c’è alcun modo di saperlo tramite il portale. Date quindi un’occhiata alle etichette di cambio olio o filtri, ma anche alle ricevute dei tagliandi effettuati.

Gestione cookie