Per questa storica auto italiana non c’è più niente da fare: non la vedremo mai più in strada

Per questa storica automobile italiana non c’è veramente più niente da fare. Non la vedremo più. Anche gli automobilisti italiani dovranno senza ombra di dubbio rinunciarvici.

L’Italia ha una cultura automobilistica davvero di grandissimo spessore. Sono tante, tantissime le auto che sono diventate vere e proprie icone nel nostro paese e anche in ogni angolo del globo. Ferrari, Lamborghini, Maserati, Alfa Romeo. Ma anche utilitarie uscite dagli stabilimenti Fiat più e più volte.

Quest'auto italiana sparirà per sempre (Canva) 3 novembre 2022 fuoristrada.it
Quest’auto italiana sparirà per sempre (Canva)

Come la mitica 500 e la mai banale Fiat Panda 4X4. Quest’ultima, ha avuto una lunga storia di vendite e successi straordinari, dominando spesso e volentieri il mercato relativo al proprio segmento di riferimento. Adesso però purtroppo pare che tutto sia tramontato, come vedremo in questo articolo.

Fiat Panda 4X4: la superutilitaria per eccellenza

Fiat Panda, una superutilitaria prodotta dal’ominima azienda in tre serie; la prima, nata nel 1980 e disegnata da Giorgetto Giugiaro, la seconda nel 2003 e la terza nel 2012. Oltre quarant’anni di produzione totale certificati in un successo semplicemente straordinario: quasi otto milioni di esemplari sfornati.

La più amata è certamente la prima generazione della Panda, con il primato di essere la prima vettura con lunghezza inferiore ai 4 metri con una motorizzazione diesel e a disporre di trazione integrale. E’ anche fra le prime auto ad essere stata commercializzata con alimentazione elettrica. Nel 2004 si è aggiudicata il premio di auto dell’anno come citycar, oltre ad aver raggiunto il campo base avanzato dell’Everest a 5200 metri. Insomma, mica male la 4X4 nella sua lunga e mai deludente storia automobilstica.

Fiat Panda 4X4: una generazione arrivata alla fine

Fin dalla sua prima generazione, la Panda è stata caratterizzata da almeno una versione a quattro ruote motrici (4X4). L’auto ormai ha detto tristemente addio al mercato dell’automotive. Ma perché ha avuto così tanto successo? Auto semplice, pratica, poco costosa e anche resistente nonché affidabile.

Tutte caratteristiche che per circolare in strada gli automobilisti amano senza ombra di dubbio. La posizione di guida è alta, il volante ben posizionato e il comando della leva del cambio non mette mai in difficoltà il guidatore in quanto a posizionamento. Il motore varia da un’alimentazione a benzina o a diesel (la più potente con 95 Cv di potenza massima). Il cambio contiene sei marce, e la velocità dell’auto la rende una vettura divertente e piacevole da utilizzare. Le cose cambiano di generazione in generazione, senza però mai cambiare la filosofia del modello madre.

Quale futuro aspettarsi per quest’auto?

Fiat Panda 4X4 (Web source) 3 novembre 2022 fuoristrada.it
Fiat Panda 4X4 (Web source)

Purtroppo però, come abbiamo detto, non vedremo più questo veicolo in commercio. La sua produzione, dopo anni di glorioso successo, termina. Ma ci sarà una nuova Fiat Panda 4X4 in futuro? Non è molto chiaro, anche perché l’azienda italiana pare essere concentrata su ben altri modelli in vista dei prossimi anni.

Come la 500, che sembra il vero brand di punta dell’azienda in questo momento. Inoltre, pare che nel 2024 verrà rinnovata la Lancia Ypsilon. Magari un indizio potrebbe arrivare dal prototipo Jeep Avenger 4X4, un mini SUV elettrico. Uno spiraglio per un futuro pandino ecosostenibile? Adesso è difficile dirlo. Ma di tempo e spazio per un’auto del genere si trova sempre. Nel ricordo di quel che è stato e, forse, che potrà essere ancora.