Stellantis si schiera contro gli USA: decisione presa, non ne vuole sapere

Stellantis va contro la decisione degli Stati Uniti? Dalla nota Casa arrivano dichiarazioni ben precise: ecco cosa sta succedendo.

Stellantis sta dando vita al suo interno a tutta una serie di cambiamenti di un certo livello, con alcuni che più di altri stanno facendo crescere i malumori. Soprattutto in Italia. Ma nel frattempo è anche arrivata un’altra decisione che ha comportato una scelta ben precisa per il gruppo aziendale: ecco quali sono state le parole riferite in via ufficiale che hanno colpito una delle politiche degli USA.

Stellantis contro gli USA: decisione presa
Stellantis contro gli USA, è stata presa una decisione: ecco quale (ANSA Foto) – Fuoristrada.it

Per comprendere al meglio quella che è la posizione di Stellantis, bisogna prima di tutto tracciare il quadro generale di quello che sta accadendo a livello mondiale con il mercato dell’auto. Dagli Stati Uniti sono arrivate infatti decisioni nette per cercare di limitare la concorrenza cinese, che è in grado di offrire sul mercato vetture dalle prestazioni notevoli a prezzi decisamente inferiori rispetto a quelli della concorrenza.

Per questo motivo, gli USA hanno deciso di introdurre dazi pesanti anti Cina. Ma non sono gli unici, visto che anche in Unione Europea stanno per arrivare tasse più alte sulle importazioni.

Dal canto suo, invece, Stellantis ha deciso di aprire le porte alla Cina e alla sua politica economica andando a collaborare per accrescere la propria offerta di auto low cost. Carlos Tavares ha perciò deciso di dire chiaramente di no alla guerra commerciale dell’occidente contro Pechino.

Dichiarazioni nette da parte di Tavares: ecco la posizione di Stellantis riguardo al mercato della Cina

L’amministratore delegato di Stellantis, Carlos Tavares, ha preso una posizione netta riguardo i dazi 100% anti auto cinesi, dicendo: “Sono una trappola“. E ha poi anche aggiunto: “Cercheremo di essere noi stessi cinesi, il che significa che invece di essere puramente difensivi di fronte all’offensiva cinese. Vogliamo essere parte dell’offensiva cinese“.

Stellantis sta come detto cercando, con l’aiuto della Cina, di espandere la sua offerta globale di veicoli economici ed è per questo motivo dalla parte del Paese che più di tutti a livello mondiale è stato in grado di dar vita a una vera e propria rivoluzione in termini di prezzi e modelli offerti.

Stellantis contro gli USA: decisione presa
Tavares si schiera e dichiara qual è la posizione di Stellantis: ecco le sue parole (ANSA Foto) – Fuoristrada.it

Tavares ha parlato perciò di un boomerang che questa politica occidentale rischia di creare: “Quando si lotta contro la concorrenza per assorbire il 30% di vantaggio di costo a favore dei cinesi, ci sono conseguenze sociali. Ma i governi europei non vogliono affrontare questa realtà in questo momento”. Piuttosto che respingere il cambiamento, la soluzione per Tavares è perciò quella di accoglierlo e farlo proprio.

Impostazioni privacy