Autovelox, arriva il nuovo decreto del Governo: non si scappa più

Il Governo ha deciso di intervenire con un decreto ad hoc in merito agli autovelox, farla franca sarà sempre più difficile.

Rispettare i limiti di velocità non può che essere imprescindibile per chi desidera essere cauto ed evitare di causare pericoli a se stessi e agli altri, oltre a evitare di dover mettere mano al portafoglio per una multa che può rivelarsi salata. Pensare di farla franca può essere però davvero difficile, soprattutto se sul tratto di strada percorso è installato un autovelox, dispositivo sempre più utilizzato dalle amministrazioni comunali per cercare di invitare alla prudenza.

autovelox decisione governo
La diffusione degli autovloex non sarà più come prima – (Canva – Fuoristrada.it)

Decidere di sfruttare questi strumenti non è certamente un male, nonostante possano essere particolarmente odiati da chi è al volante, ma troppo spesso si tende ad abusarne e a posizionarne più del dovuto. Lo scopo di questo modo di agire non è difficile da individuare, si punta in questo modo a fare cassa sulle spalle dei cittadini.

Il Governo ha deciso così di intervenire in maniera tangibile e regolamentare la situazione, così da evitare possano esserci disguidi che possono generare forti discussioni.

Autovelox: niente sarà più come prima

Disciplinare l’utilizzo degli autovelox è ormai diventato necessario così da evitare che possano esserci continue polemiche da parte di chi si sente ormai tartassato per le troppe multe subite (ci sono diversi casi di persone che se ne sono ritrovate più di una).

Da tempo però il Ministro dei Trasporti Matteo Salvini si sta battendo su un aspetto che lui ritiene cruciale ovvero sfruttare i dispositivi per cercare di preservare la sicurezza di tutti, ma evitare che possano essere utilizzati solo per fare cassa, come accade spesso. Appurate le caratteristiche non del tutto regolari di alcuni di quelli presenti in strada, il leader della Lega ha deciso di intervenire in modo concreto con un apposito decreto, destinato inevitabilmente a fare chiarezza e a ridurre la portata delle polemiche che possono nascere da parte di chi viene sorpreso dopo avere premuto in modo eccessivo il pedale dell’acceleratore.

autovelox decisione governo
Matteo Salvini è il promotore del decreto sugli autovelox – (ANSA – Fuoristrada.it)

L’approvazione del decreto è ormai prossima, salvo colpi di scena infatti il provvedimento sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 28 maggio. Già da ora è però possibile capire quali saranno gli elementi salienti della norma, così da avere un’idea piuttosto precisa di quello che dovremmo aspettarci.

Si parla ancora una volta della necessità di “installare gli autovelox dove effettivamente serve, per prevenire incidenti e tutelare gli utenti e non come ulteriore tassa”, come ha ribadito il Ministro. Ora diventerà necessario gli autovelox siano “segnalati in anticipo nel rispetto di distanze minime, almeno 1km fuori dai centri urbani, tra un dispositivo e l’altro dovranno intercorrere delle distanze minime differenziate in base al tipo di strada”. Questo ridurrà così la possibilità che si vada incontro a multe seriali a pochi metri di distanza.

Posizionare questi dispositivi nei pressi di luoghi quali ospedali e scuole, come avviene spesso, sarà ancora possibile, non con altri scopi.

Impostazioni privacy