L’auto dei record in Italia a soli 17 mila euro: per la Panda sarà durissima competere

La Panda è sempre un veicolo molto apprezzato, ma forse neanche il mitico brand italiano può nulla contro questo modello.

La Fiat Panda è uno dei modelli a quattro ruote più amati e ricercati di sempre. Il mitico veicolo italiano, nato a cavallo degli anni ottanta del ventesimo secolo, è ancora oggi un’auto tanto attuale quanto conveniente per le sue straordinarie caratteristiche tecniche, meccaniche e ovviamente economiche.

fiat panda byd seagull 2025 novità italia
Fiat Panda (fuoristrada.it – Ansa)

Oltre a essere molto resistente e a consumare in maniera assai limitata, infatti, la Panda richiede pure un investimento tutt’altro che esagerato. Questo da sempre è forse il più grande vantaggio della superutilitaria italiana.

Vi possiamo dire, però, che non è l’unica autovettura che può dare una mano alla clientela in tal senso. Ce n’è almeno un’altra che promette di sorprendere tutti all’interno del mercato italiano, una rivale che certamente metterà in grandissima difficoltà il mitico pandino e non solo: approfondiamo la questione.

Fiat Panda, attenta: ecco una grande rivale

In precedenza, quando abbiamo parlato di un’auto capace di mettere i bastoni fra le ruote della Fiat Panda, facevamo riferimento alla BYD Seagull, auto cinese che dovrebbe presto approdare in Europa. Si tratta di una piccola elettrica che arriverà sul mercato nel 2025. Non è ancora certo, tuttavia è alquanto probabile che potremo vederla pure in Italia. Dopotutto, a confermare tutto questo ci ha pensato Stella Li, Presidente BYD, che ai microfoni del Corriere della Sera ha espresso le seguenti parole: “Nel 2025 presenteremo un’utilitaria dai prezzi contenuti perfetta per le città europee”.

fiat panda byd seagull 2025 novità italia
BYD, grand enovità per il 2025 (fuoristrada.it – BYD Press Media)

E’ altamente probabile che si tratti della Seagull, la vettura più compatta attualmente presente all’interno della gamma del colosso cinese. Detto questo, quanto costerà – o costerebbe – in Italia? Partiamo col dire che in Cina costa l’equivalente di 9.000 euro. Aggiungendo i dazi riguardanti i prodotti importati dalla Cina, l’IVA, il costo d’importazione, la messa su strada e non solo, il prezzo finale dovrebbe attestarsi sui 17.000 € circa. Sarebbe all’incirca il valore di mercato della Dacia Spring. Un prezzo, quindi, che di sicuro potrebbe fare davvero la differenza all’interno del mercato italiano ed europeo.

Ricordiamo, infatti, che le vetture elettriche hanno costi ancora notevoli che non permettono una semplice diffusione su scala mondiale delle stesse. Peraltro, le caratteristiche della creatura di BYD aiutano anche i più dubbiosi: l’auto ha un’autonomia di 320 chilometri, è lunga quasi 4 metri, larga 1,71 e alta 1,54. Senza contare che al suo interno la tecnologia non manca affatto, partendo da un infotainment touch screen da 12,8 pollici. La Seagull, tra circa un anno, potrebbe diventare la vettura elettrica più economica, tanto da riuscire a scendere al di sotto dei 10.000 € con l’appoggio degli incentivi.

Gestione cookie