Che beffa per il pilota di Formula Uno, il compagno di team sbaglia ma paga lui

Incredibile evento in F1, con un pilota che si ritrova con dei problemi pur non essendo stato lui a commettere l’errore.

Si sa che la F1 è un luogo spietato, dove non si possono fare sconti e soprattutto dove si deve cercare di massimizzare quanto più possibile il lavoro della settimana in pista. Questo fa sì che alle volte si attuino delle scelte che forse non sono totalmente apprezzabili da un punto di vista etico, ma che per quanto riguarda il bene e la strategia della squadra sono essenziali.

Albon Sargeant Williams F1 problemi monoposto incidente Australia Giappone
Incredibile beffa in F1 (Ansa – fuoristrada.it)

Sono tantissimi i casi nei quali i Team radio dal box chiedevano in modo nemmeno troppo nascosto al secondo pilota di lasciare vincere il primo, nonostante questi fosse più lento. La motivazione è che alla fine chi vince è solo uno e dunque si deve fare in modo che questi abbia i vantaggi maggiori in pista.

Anche la classifica costruttori è indubbiamente importante, ma questa è la somma dei punti dei due piloti. Per questo motivo si deve fare in modo che il migliore dei due, almeno secondo le valutazioni del Team, sia sempre messo nelle condizioni tali da poter ottenere il massimo risultato possibile, anche se questo significa alle volte anche penalizzare altri campioni.

Lo si vede per esempio con quello che è successo in Australia alla Williams. Durante prove infatti è stato Alexander Albon a schiantarsi contro il muretto e a distruggere il telaio della sua monoposto, ma in gara ci è andato lo stesso, prendendo in dote la monoposto del suo compagno di squadra Logan Sargeant. Le polemiche sono divampate, ma a quanto pare la situazione non è migliorata per lo statunitense.

Sargeant con l’auto danneggiata di Albon: la decisione della Williams

Alla fine ancora una volta sarà Logan Sargeant a essere svantaggiato in vista della gara in Giappone di Suzuka, con Alexander Albon che si troverà tra le mani la monoposto dello statunitense, mentre questi dovrà gareggiare con la monoposto con il telaio riparato e dunque molto probabilmente meno prestazionale di quella del compagno.

Albon Sargeant Williams F1 problemi monoposto incidente Australia Giappone
Alexander Albon e Logan Sargeant (Ansa – fuoristrada.it)

Le polemiche dunque divampano sempre di più, in quanto Sargeant si trova a dover pagare degli errori non suoi, ma del compagno di squadra. Che l’americano non sia un pilota in grado di lottare per il Mondiale è stato chiaro fin da subito, ma forse non merita nemmeno un trattamento del genere.

Albon ha riconquistato con le unghie e con i denti un sedile in F1, facendo tantissimi passi in avanti.. Però dovrebbe essere lui a rispondere dei suoi errori e non il povero Logan. Ora anche in Giappone sarà quindi la seconda guida a ritrovarsi in difficoltà e con una monoposto che difficilmente gli darà modo di lottare per la zona punti.

A prescindere da un discorso etico, per gli amanti della storia della F1 è davvero molto doloroso constatare il crollo di una leggenda come la Williams. La casa britannica si trova senza un terzo telaio e a distanza di due settimana dalla gara australiana non ha saputo fare di meglio se non ripararne uno distrutto. Un periodo di certo non semplice per una scuderia che ha vinto come poche nella storia.

Gestione cookie