RC Auto e Moto, allarme totale in Italia: la notizia gela tutti

Ancora troppe persone vivono questa drammatica situazione nel campo delle compagnie assicurative: l’emergenza è reale, ecco cosa succede. 

Capita di essere truffati a volte, in tutti gli ambiti relativi al mondo dei motori, a partire dall’acquisto di una vettura usata, gesto che va studiato con grande perizia sapendo bene chi ci troviamo di fronte arrivando alle pratiche burocratiche che determinano la riuscita o meno dell’assicurazione o dei pagamenti relativi ad un’autovettura nuova. In Italia c’è però una vera emergenza, sotto questo punto di vista.

RC Auto e Moto, allarme totale in Italia: la notizia gela tutti
La truffa è dietro l’angolo! (Canva) – Fuoristrada.it

Nel nostro paese purtroppo esiste una vera emergenza legata al mondo delle truffe sulle assicurazioni in automobile e motocicletta, una complessa e pericolosa rete in cui è facilissimo finire: i dati raccolti relativi all’anno in corso che non si è ancora nemmeno concluso per farvi capire quanto sia grave il fenomeno sono spaventosi e significano una cosa: potrebbe capitare anche a voi, non si fa per dire.

L’assicurazione dell’automobile dovrebbe coprire e tutelare il guidatore anziché esporlo a rischi inutili, anche perchè con quello che costa una polizza al giorno d’oggi, specie per neopatentati o persone che comprano la prima automobile, l’ultima cosa che vogliamo è trovarci anche nella situazione di non poter risarcire qualcuno perché la RC ha mentito su tutto.

In milioni nella rete

Secondo i dati di Facile.it sono state ben 2,3 milioni le persone che hanno subito una truffa da parte di un’assicurazione “farlocca”, un numero spaventoso che segna una percentuale elevatissima di guidatori che hanno scoperto solo dopo un incidente di aver stipulato una polizza creata ad arte da una compagnia non affidabile o che hanno percorso chilometri e chilometri pensando di essere coperti ma non lo erano.

Incidente di automobile
L’incidente sarà l’ultimo dei tuoi problemi, se la firmi (Canva) – Fuoristrada.it

Ovviamente i truffatori hanno un metodo consolidato con almeno il 60% delle persone che hanno subito una truffa che avrebbero contratto la loro polizza tramite SMS o mail ricevuta direttamente nella loro casella postale: consultare gli appositi elenchi online stilati dalle forze dell’ordine può aiutarvi a capire se una compagnia esiste realmente o parliamo soltanto di una truffa costruita ad arte.

Curiosamente, per farvi capire quanto sia facile cadere in una truffa simile anche se si è persone con un certo livello di istruzione, il 7% di chi ha subito la truffa è in possesso di una laurea. Inutile dire quali siano le conseguenze di essere beccati in auto con una polizza falsa, anche a vostra insaputa: la più chiara è una sanzione e subito dopo, scatta il sequestro del mezzo. Quindi, assicuratevi sempre con compagnie che hanno una base solida ed una reputazione impeccabile anche fuori dall’internet.

Impostazioni privacy