La nazione asiatica svela la sua prima auto elettrica: stavolta, India e Cina non c’entrano…

Le auto elettriche si stanno prendendo il mercato, e sono in arrivo tanti nuovi modelli da paesi davvero inattesi. Ecco il nuovo debutto.

Il mondo delle quattro ruote è in grande evoluzione, e non si fa altro che parlare di auto elettriche e di novità importanti in chiave futura. L’Asia è la parte del mondo che maggiormente sta guadagnando dalle emissioni zero, soprattutto la Cina, con l’Europa che si è accorta forse troppo tardi dei danni che ciò potrebbe causare alla nostra industria automobilistica, per dei motivi ben precisi.

La nazione asiatica svela la sua prima auto elettrica: stavolta, India e Cina non c'entrano...
Auto asiatica – Fuoristrada.it

Infatti, è stata avviata dalla UE un’indagine anti-dumping, con l’obiettivo di scovare eventuali sussidi statali del governo cinese ai propri marchi, ed anche Tesla e Volvo potrebbero essere coinvolte. Infatti, i sussidi permettono di vendere le auto elettriche a prezzi molto bassi, cosa che danneggia gli altri marchi. Nel frattempo, dal Medio Oriente è in arrivo un’altra nuova auto, che fa davvero tremare tutti.

Auto elettriche, ecco la clamorosa novità dall’Asia

Non immaginerete mai qual è il paese coinvolto nella costruzione della sua prima auto elettrica, dal momento che, riguardo a questo luogo, ci sono problemi ben più gravi da risolvere. Stiamo parlando dell’Iran, di cui si parla da tanto tempo per violazione dei diritti umani e delle donne, e che sta osservando da molto vicino il conflitto tra Israele ed Hamas.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da IKCO TARA IRAN (@ikco_tarra)

Tuttavia, qui noi parliamo di motori, e siamo pronti per introdurvi un’auto elettrica davvero curiosa. Stiamo parlando della Ikco Tara EV, prodotta dalla più grande casa costruttrice del paese, ovvero la Ikco, che sta per Iran Khodro Company. Il lancio è avvenuto lo scorso marzo, ma si era già iniziato a parlare di lei nel 2022, quando furono diffuse le primissime foto del modello.

Ad occuparsi della sua progettazione e costruzione ci ha pensato il braccio tecnologico dell’azienda, vale a dire il reparto Jetco, e per essere un’auto proveniente da un paese che non ha esperienza di veicoli e che è alla sua prima vettura elettrica, va detto che è stato fatto un discreto lavoro. A spingerla c’è infatti una batteria da 45 kWh che garantisce un’autonomia di 300 km con una carica completa, un’ottima notizia soprattutto per chi la usa in città o per viaggi non troppo lunghi.

Secondo il CEO di Jetco, ovvero Davud Esmailpour, si tratterà della prima auto in Iran a raggiungere la produzione di massa. Nella realizzazione di questo progetto sono state coinvolte la bellezza di 15 aziende, tutte ovviamente iraniane, e l’obiettivo, in un futuro neanche troppo lontano, è quello di poter esportare questa creatura anche all’estero.

Secondo quanto riportato dalla stampa locale, Ikco ha l’obiettivo di produrre circa 5.000 unità di questa vettura nel primo anno della sua costruzione, per poi aumentare strada facendo. Purtroppo, al momento non siamo in grado di dirvi quello che sarà il prezzo di questa vettura, anche perché non è previsto un immediato arrivo in Europa. Il target è quello di ottenere importanti sussidi governativi, in modo da poter imporre un costo di acquisto non troppo alto ai clienti.

Impostazioni privacy