Allarme RC auto, fate tutti attenzione all’ultima truffa: come difendersi

Ecco l’ultima truffa escogitata per estorcere denaro agli italiani: conducenti esasperati. Non ci si può mai fidare di nessuno. 

Quando acquisti un’auto nuova o usata, è obbligatorio dotarsi anche di una polizza assicurativa sul veicolo. La polizza, detta anche RC auto, ti protegge da eventuali danni a terzi, incidenti e altre eventualità, risarcendo i danni subiti fino a un tetto massimo stabilito dal contratto. Detta così sembrerebbe davvero una questione semplice.

Allarme RC auto, fate tutti attenzione all'ultima truffa: come difendersi
Assicurazione auto – Fuoristrada.it

Eppure, con l’avvento del digitale, sono nate tantissime compagnie assicurative che non hanno una sede fissa, ma sono collocate solo online, con numeri di telefono per chiamare operatori sempre attivi e farsi passare dei consulenti che da remoto aiutano il conducente a stabilire quale polizza contrarre. Ma siamo sicuri di poterci fidare? Ecco cosa è successo.

RC auto fasulle: la terribile scoperta

Come abbiamo detto, le RC auto sono polizze assicurative indispensabili per chiunque possegga un veicolo dotato di motore e che voglia immetterlo nella circolazione stradale. Proprio per la grande importanza di questa polizza e per la sua obbligatorietà, sono nate negli anni, tantissime compagnie assicurative online che promuovono i loro servizi, ma soprattutto i loro prezzi super vantaggiosi per accaparrarsi quanti più clienti. Prezzi e servizi delle compagnie assicurative sono spesso diversi, oscillano tra la compagnia più costosa, ma rinomata, e quella meno costosa, ma sconosciuta. Come fare quindi per scegliere?

contratto RC falso
Stipulare un contratto RC auto falso: ecco come puoi proteggerti dalle truffe – Canva.com – Fuoristrada.it

E il problema sta tutto qui! Quando navighi su internet nel mare magnum delle offerte assicurative, ti capiterà di sicuro di beccarne una super conveniente, a un prezzo davvero stracciato e che offre una gamma di servizi e di coperture assicurative davvero invidiabile. Ecco, in questo caso, dovresti fare molta attenzione, perché potresti imbatterti in una truffa bella e buona. Sta succedendo sempre più spesso a moltissimi cittadini, che poi fanno la segnalazione alla Polizia Postale cercando di arginare questo fenomeno dilagante, ma queste truffe sono ormai all’ordine del giorno. Ecco come fanno a truffarti.

Come ti truffano e come puoi proteggerti

Dopo aver ricevuto centinaia di segnalazioni, la Polizia Postale e del­le Co­mu­ni­ca­zio­ni di Cam­po­bas­so ha avviato delle indagini a carico di un uomo, titolare di un conto bancario sul quale c’erano stati nei giorni precedenti dei movimenti di soldi un po’ sospetti. Le indagini hanno infatti riscontrato che sul conto corrente erano arrivati soldi per ben 150 polizze assicurative false, tutti da ignari cittadini che credevano solo di aver fatto un grande affare. Le indagini si sono poi estese anche ai conducenti che avevano stipulato la polizza fasulla, riscontrando che ognuno di questi circolava senza assicurazione.

C’è quindi bisogno della massima attenzione quando si stipula un contratto online, senza nemmeno aver mai parlato con qualcuno da vicino. La Polizia Postale ci spiega infatti come fare a non cascare nella trappola: per prima cosa bisogna accertarsi che la compagnia assicurativa sia registrata come esercizio commerciale, con una sede fisica e un nominativo di riferimento; se i contatti con i consulenti assicurativi sono solo via messaggi o con chiamate molto brevi, diffidare da questi individui; attenzione ai metodi di pagamento, devono essere sempre tracciati e verificati.

Gestione cookie