Aston Martin sfida Ferrari, guerra tra colossi: lusso sfrenato, i punti di forza di entrambi

Aston Martin contro Ferrari: è una guerra tra colossi. Scopriamo due modelli recentissimi della casa britannica e di quella italiana e confrontiamoli.

Difficile se non impossibile scegliere una delle due. Certo, siamo di fronte a due vetture diametralmente opposte, a stili differenti, sia nel design che nella guida. Eppure hanno qualcosa in comune: le parole come lusso ed eleganza vi ricordano qualcosa?

Ferrari contro Aston Martin
Ferrari Roma contro Aston Martin DB12: colossi del lusso a confronto – fuoristrada.it

Siamo davanti, lo ripetiamo, a due veri e propri colossi, simboli di due nazioni, Italia e Regno Unito, che con le auto, da sempre, “ci vanno a nozze”. Stile, eleganza, potenza: solo pochi fortunati nella loro vita possono acquistare modelli suggestivi come questi che vi stiamo per descrivere e hanno potuto guidarli.

Ferrari Roma da una parte e Aston Martin DB12 dall’altra. Ecco il confronto tra le super sportive. Vi raccontiamo, in questo “duello virtuale”, le peculiarità di due vetture dal lusso sfrenato, dalla potenza esagerata, dal design accattivante. Scopriamo insieme i loro punti di forza.

Partiamo dalla Aston Martin e facciamo un passo indietro di non poco conto. Il personaggio immaginario di Ian Fleming, James Bond, è stato creato nel 1953 come agente segreto dell’MI6 britannico con il nome in codice 007, e il mondo della cultura popolare ha adottato il suo personaggio non appena è apparso nel primo film di Hollywood nel 1962.

Un paio di anni dopo, l’Aston Martin, con l’auto sportiva DB5, ha debuttato in “Goldfinger”. Il resto, come noto, è storia. È interessante notare che l’auto ha lasciato un’impronta così duratura che è stata descritta in altri sei film: Thunderball, GoldenEye, Tomorrow Never Dies, Casino Royale, Skyfall.

Aston Martin DB12 contro Ferrari Roma: il lusso, la potenza, l’eleganza. Ecco i loro punti di forza

L’Aston Martin DB12 nello specifico, invece di essere completamente nuova rispetto alla DB11, ha la stessa sindrome che ha subito la McLaren 720S nel passaggio alla 750S, ovvero di mantenere quasi tutto uguale. Bene, non è necessariamente terribile rimanere sui propri passi, soprattutto quando la concorrenza produce automobili che non hanno nulla a che fare con il buon senso.

Aston Martin DB12
Con Aston Martin DB12 parte una nuova era di auto sportive di nuova generazione (Aston Martin.com press media) – fuoristrada.it

Ad ogni modo, la DB12 rappresenta comunque decisamente un buon inizio per Aston Martin nel suo tentativo di inaugurare una nuova era di auto sportive di nuova generazione, completa di un “design esterno deciso” che è immediatamente riconoscibile come un’Aston da qualsiasi angolazione.

Sotto il cofano risiede la versione M177 del V8 turbocompresso da 4,0 litri di Mercedes-AMG , che può essere trovato in un’ampia varietà di modelli come le classi C, E, S, G, GLC, GLE, GLS e SL di Mercedes , AMG e persino Maybach. Come parte dell’accordo di lunga data con Aston Martin (qualcuno può credere che sia passato un decennio da quando l’hanno firmato?), AMG fornisce anche versioni dell’M177 per l’applicazione nei modelli Vantage, DB11 o DBX. E ora anche l’ultimo DB12.

Le consegne dovrebbero iniziare altrettanto velocemente se tutto va secondo i piani, a partire dal terzo trimestre dell’anno. Secondo Aston, la nuova DB12 “è il prodotto di un approccio olistico” che parte da pneumatici Michelin Pilot Sport 5 S su misura.

Aston Martin DB12 contro Ferrari Roma: similitudini e differenze

La vettura britannica passa attraverso un nuovissimo sistema di sospensioni con smorzamento adattivo, il primo differenziale posteriore elettronico (E-Diff ), esclusiva calibrazione del cambio per il cambio automatico a otto marce, e termina con la struttura in alluminio incollato più rigida del 7%. Ancora meglio, il V8 ha visto un aumento di potenza del 34% rispetto al suo predecessore.

Ferrari Roma
Ferrari Roma: eleganza e potenza con pochi eguali, nel pieno stile di Maranello (Ferrari Roma press media) – mondofuoristrada.it

Che succede adesso? Quale potrebbe essere l’unica casa automobilistica in grado di insidiare Aston Martin DB12? Ma Ferrari naturalmente. Nello specifico la Ferrari Roma. La grand tourer nata a Maranello è sul mercato da un po’ di tempo – dall’anno modello 2021, e sfoggia anche un motore tutto suo – un mulino V8 biturbo F154 BH da 3,9 litri. 

La potenza viene inviata alle ruote attraverso un cambio automatico a doppia frizione Magna 8DCL900 a otto rapporti invece del classico cambio automatico ZF 8HP75 di DB12. La potenza per la Roma è scesa a 612 CV (620 CV) poiché gli inglesi hanno avuto abbastanza tempo per coordinarsi con i tedeschi all’AMG e fornire una risposta adeguata di 671 CV.

Scopriamo ora le differenze e le similitudini tra i due colossi. Mentre le dimensioni sono per lo più comparabili, la DB12 di Aston è più lunga e la Ferrari Roma è leggermente più alta. La differenza tra una vittoria e una sconfitta sul circuito locale o sulla pista da corsa di un quarto di miglio potrebbe avere più a che fare con l’handicap di peso che con qualsiasi altra cosa.

Con i suoi 1.570 kg  l’auto sportiva italiana ha il vantaggio di essere più leggera, mentre il gran turismo britannico è un po’ più pesante, arrivando a 1.685 chilogrammi. Naturalmente, quando si tratta di look, ognuno alla fine ha diritto a un’opinione personale, poiché la bellezza è sempre negli occhi di chi guarda. Ma osservatele bene, le avete viste con attenzione? è davvero difficile affermare quale delle due sia la più bella, poiché nel design sono entrambe a dir poco favolose.

Gestione cookie