Tesla, l’analisi sconvolge i mercati: BMW e Hyundai nel panico

C’è chi ha provato a fare i conti in tasca a Tesla e la risposta non piace per niente ai competitor dell’elettrica a stelle e strisce.

Quando si parla di Tesla, ogni volta, il mondo si divide tra chi ama l’elettrica statunitense e chi invece ha più di una perplessità su queste macchine. Per molti è la scelta migliore se si vuole guidare un’auto a emissioni zero e poi anche di tendenza dato, che i veicoli con la T sono sempre di più sulle strade del nostro paese. Poi come detto c’è chi non è convinto e per ora non sembra intenzionato a cambiare la sua idea.

Tesla analisi di mercato
La Model X di Tesla (Ansafoto.it) – Fuoristrada.it

Va però detta una cosa, che sanno ormai ance i muri, ma fa sempre bene ripeterla perché non è un’opinione, ma un dato di fatto. Le automobili elettriche sono il futuro per quanto riguarda il mercato delle quattro ruote. Nel 2035 non sarà più possibile immatricolare macchine diesel o benzina. Una legge che cambierà per sempre le abitudini degli automobilisti e Tesla si è presa una posizione assolutamente dominante per quanto riguarda l’elettrico.

La conferma arriva da un’analisi di Morgan Stanely. In breve, viene ipotizzato che a breve soltanto la rete di ricarica di Tesla (la Supercharger) potrebbe valere di più di alcune aziende competitor, come BMW e Hyundai. Difficile da credere, ma va detto che la storia dell’azienda a stelle e strisce è stata impressa proprio sul ribaltare le voci che dicevano ‘non è possibile’.

Lo studio su carta, la visione dei pessimisti e gli indizi del prossimo successo targato Tesla

Questo è uno studio fatto da Adam Jonas e il suo team. Sono stati valutati diversi fattori, come la crescita della rete di ricarica, in virtù anche degli accordi siglati con Ford e General Motors. Una rete che potrebbe arrivare a sfondare il tetto dei 100 miliardi di dollari e a queste cifre viene superato assolutamente il valore dei competitor.

Per ora però tutto questo è su carta e va detto che altri analisti hanno una visione pessimistica di tutto ciò. In ogni caso questo studio non è poi così campato per aria soprattutto se il nuovo NACS di Tesla sarà il nuovo standard in Nord America. E in questo senso gli accordi citati prima tornano assolutamente in primissimo piano.

tesla analisi di mercato
Le Colonnine ricarica Tesla (Ansafoto.it) – Fuoristrada.it

Altre case come Stellantis e Mercedes stanno valutando lo stesso connettore sulle proprie automobili, anche qui però non c’è nulla di ufficiale. Non resta che aspettare in tutti i casi, anche perché i prossimi mesi e il prossimo anno per Tesla saranno importantissimi viste le tante novità promesse dal brand americano.

Gestione cookie