Volkswagen Golf, la decisione è definitiva: non piacerà a tutti gli appassionati

Finalmente è arrivata la risposta che tutti gli appassionati attendevano: la domanda è, piacerà davvero a tutti sentirla ora che è praticamente definitiva?

Quando un modello storico sembra vicino alla fine della sua lunga carriera, gli appassionati tremano. Quest’anno poi abbiamo detto addio ad un paio di vetture storiche come la Audi R8, la Ford GT ma soprattutto la Ford Fiesta, utilitaria storica che dopo ben 47 anni di onorato servizio è stata pensionata senza tante cerimonie dalla casa anglo-americana. La prossima a subire questo destino, secondo molti esperti, dovrebbe essere proprio la Volkswagen Golf tedesca.

Decisione Canva 20_12_2022 MondoFuoristrada.it
Should I stay or should I go? (MondoFuoristrada.it)

Dubbi che spiazzano

Senza tante cerimonie e con progressiva rapidità, il mondo dell’automotive sta cambiando al punto che già nel 2035 non si potranno più produrre automobili con motore a combustione e forse pochi anni più avanti si potranno guidare normalmente auto con alimentazione a pannelli solari. Tutte cose positive per l’ambiente, per i guidatori e per le aziende che possono investire in nuove tecnologie aspettandosi un bel ritorno…ma c’è una grande fetta di automobilisti che rischia di perdere molto.

Parliamo degli appassionati: negli ultimi cento anni ci siamo abituati ad affezionarci a modelli che per decenni sono rimasti in produzione, serie dopo serie. Potete aver preso la patente nel 2020 come nel 1990, siamo sicuri che in entrambi i casi, qualcuno di voi avrà avuto come prima auto una delle tre generazioni della Fiat Punto, se capite il discorso che stiamo facendo. Il che ci porta all’oggetto del giorno…

Gti Canva 20_12_2022 MondoFuoristrada.it
Un’oggetto che si muove molto velocemente… (MondoFuoristrada.it)

Sopravvivenza in forse

Qualche tempo fa, alcune dichiarazioni dei dirigenti della Volkswagen hanno fatto temere per il peggio riguardo il futuro di un modello leggendario del marchio ossia l’auto più iconica del marchio dopo forse il Maggiolino che è ormai sul mercato da ben 48 anni: chi non vorrebbe vedere una bella Volkswagen Golf per il cinquantesimo anniversario del modello, magari con un bel motore ibrido potenziato?

Lo stesso CEO del brand Volkswagen Thomas Shafer che aveva lasciato il pesante interrogativo come una Spada di Damocle sulla testa dei tanti appassionati del modello con un’intervista di qualche mese fa ha chiarito i dubbi in merito alla sopravvivenza del modello che a quanto pare riuscirà eccome a compiere il mezzo secolo di età tanto agognato che la renderebbe una delle utilitarie più longeve nella storia dell’auto. Tuttavia, le cose cambieranno in fretta.

Niente come prima

Con una recente intervista comparsa sul periodico del settore Autocar Shafer ha messo a tacere le interpretazioni sbagliate delle sue precedenti dichiarazioni, affermando questa frase perentoria: “Non rinunceremo assolutamente al marchio Golf. Far scivolare via nomi storici come Golf e GTI in questo momento sarebbe una follia”. Chiaro e coinciso: e il modello ID elettrico che la casa sta curando in fase di progettazione allora? “Non sostituirà Golf” – spiega il CEO – “Sarà una versione Plus”.

Golf Canva 20_12_2022 MondoFuoristrada.it
La corsa continua (MondoFuoristrada.it)

Tranquilli insomma perchè la Golf non è destinata ad uscire di produzione nei prossimi anni ed avremo una nona generazione secondo le indiscrezioni trapelate dall’intervista entro il 2028…con un grosso ma. L’auto sarà elettrica. Su questo non c’è alcun dubbio anche perchè – e questo Volkswagen lo aveva già messo in chiaro – non avrebbe senso allestire un’auto che ad appena sette anni dal suo arrivo sul mercato non potrebbe più essere venduta in Europa.

Questo potrebbe essere il vero Pomo della Discordia per i tanti estimatori del modello che magari si aspettavano un grande addio al modello, in pensione con il cambio manuale ed il rombante motore turbo che ha caratterizzato i modelli più sportivi ed aggressivi dell’auto. Qualcuno insomma non gradirà tanto la Golf elettrica, qualcun altro sarà felicissimo di sapere che non andrà in pensione tanto presto. Ma non si possono fare contenti tutti, o no?