Sebastian Vettel, altro che ritiro: torna subito in F1 | La proposta che esalta i fan

Sebastian Vettel, uno dei piloti più vincenti e forti di sempre. Forse però non è arrivato ancora il momento di dire basta alla F1 per lui.

Sebastian Vettel. Un fuoriclasse che ha unito umanità e talento come pochi – se non nessuno – altri nel corso della sua carriera in Formula Uno. Numeri, successi, emozioni, gioie, dolori, delusioni e soddisfazioni. La carriera del tedesco quattro volte campione del mondo è stata sicuramente fra le più intense che si siano mai potute annoverare all’interno della massima serie automobilistica.

Sebastian Vettel, uno dei migliori piloti mai visti in F1: futuro ancora nel circus? 20 novembre 2022 fuoristrada.it
Sebastian Vettel, uno dei migliori piloti mai visti in F1: futuro ancora nel circus? fuoristrada.it

Così come il ricordo che lascia dopo il suo ritiro dal circus, avvenuto a fine gara nell’appuntamento finale della stagione di Abu Dhabi. In ogni caso, lo attende ancora un futuro davvero lungo anche al di fuori del campione che è stato, come dimostrano i più recenti avvenimenti. Un posto per Vettel nel paddock ci sarà sempre, non è quindi da escludere un clamoroso ritorno in scena.

Una carriera da numero 10

Non basta dire che ha vinto il suo primo GP a Monza, sotto la pioggia, con una Toro Rosso. Neanche ricordare che è un quattro volte campione del mondo, oltre che un asso del volante annoverato fra i piloti più forti di ogni epoca. Figurarsi dire che ancora oggi permane il più giovane ad aver vinto un mondiale e ad aver fatto registrare una pole position, oltre ad essere al terzo posto di sempre per vittorie ottenute. Tutto questo non è sufficiente, anzi superficiale, perché per la Formula Uno, per i suoi rivali, i suoi compsgni di squadra e di vita Vettel è stato decisamente di più.

Un campione e un ragazzo speciale, davvero speciale, impossibile da scordare. Se però dovessimo affidarci ai freddi numeri e alle gelide statistiche, beh, la sua carriera è stata assolutamente da numero uno. Facendo un paragone calcistico, da numero dieci. Dopo l’anno di debutto, in cui non prende parte a tutte le gare con la BMW Sauber, nel 2008 debutta in Toro Rosso. Vincerà proprio quest’anno la sua prima gara in carriera. Passa nel 2009 in Red Bull, vincendo cinque gare e arrivando ad un soffio dal primo titolo mondiale della sua carriera, vinto però da Jenson Button in quell’occasione.

Sebastian Vettel in uno dei suoi sei anni in Red Bull: tanti successi per lui 29 novembre 2022 fuoristrada.it
Sebastian Vettel in uno dei suoi sei anni in Red Bull: tanti successi per lui fuoristrada.it

Nel 2010, fra tanti problemi tecnici, qualche errore di troppo e molta velocità mostrata in pista, Vettel vince le solite gare dell’anno prima. Il che è sufficiente per battere la concorrenza della Ferrari e di Fernando Alonso. E, così facendo, conquistare il tanto voluto alloro iridato. Nel 2011, invece, non ci sono dubbi; bissa il successo della stagione precedente, conquistando 11 gare. Nel 2012, ancora in lotta con Alonso e la Ferrari, fa suo il terzo titolo. Dodici mesi dopo, conclude una stagione da dominatore assoluto con 13 vittorie e un poker iridato. L’avvento dell’era ibrida spezza tale supremazia: zero vittorie nel 2014, anno in cui lascia la Red Bull per approdare in Ferrari.

Nel 2015 va meglio, con 13 podi, tre successi e una pole position. 2016 ancora negativo. E poi, con le ultime tre auto competitive che ha potuto guidare, dal 2017 al 2019, si conferma fra i migliori piloti del circus. 14 vittorie, però, non sono abbastanza per battere Lewis Hamilton e la Mercedes. L’ultima stagione in Ferrari, nel 2020 e da separato in casa, è estremamente negativa. Così come il 2021 e il 2022 in Aston Martin, annate che ne hanno offuscato talento e blasone. Infine, un ritiro dolorosissimo, incolmabile e difficile da digerire per ogni appassionato e addetto ai lavori. Ma senza alcun rimpianto. Perché, Ferrari o non Ferrari, Sebastian Vettel ce l’ha fatta. Eccome se ce l’ha fatta.

Sebastian Vettel: il nuovo ruolo che avrebbe in Red Bull

Abbiamo parlato di Sebastian Vettel, ormai ritirato dalla Formula Uno e grandissimo campione che si è regalato e ha regalato nel corso del tempo emozioni incredibili. Ma, forse, il suo futuro potrà ancora essere all’interno del circus. Tornando indietro nel tempo, infatti, ci vengono in mente le parole del consulente Red Bull Helmut Marko. Quest’ultimo, ad Abu Dhabi ipotizzava proprio di un ritorno di Vettel all’interno della scuderia austriaca. A parlare dell’argomento, anche Christian Horner. Il team principal campione del mondo ha spiegato che Vettel è una di quelle persone incredibilmente brave in ogni cosa che fanno.

Sebastian Vettel alla guida della sua Red Bull, team in cui potrebbe tornare in futuro 29 novembre 2022 fuoristrada.it
Sebastian Vettel alla guida della sua Red Bull, team in cui potrebbe tornare in futuro fuoristrada.it

Ha inoltre aggiunto che “se decidesse di restare in questo ambiente in una posizione di vertice, farebbe sicuramente bene“. Questo perché è una persona di carattere, che capisce il valore delle persone e comprende il contributo che danno per arrivare a vincere: “Sta a lui decidere a cosa dedicarsi ora”, chiosa il numero uno Red Bull. Di certo, sarebbe un ruolo nuovo e diverso per il quattro volte campione del mondo. Che ci ha abituati a vere e proprie imprese in pista. Forse, tra non molto tempo, sarà lo stesso anche fuori dai circuiti.