Auto elettriche, la rivoluzione arriva dal Giappone: il doppio della potenza a prezzi ridotti

In Giappone sembra proprio che qualcuno voglia ardentemente rivoluzione il settore delle automobili elettriche.

Le automobili elettriche sono di certo fra quelle più sviluppate del momento. Il settore delle vetture a zero impatto ambientale non sarà magari particolarmente amato dagli automobilisti in questo preciso momento, ma in ogni caso possiamo tranquillamente dire che l’innovazione e il progredimento all’interno del segmento in questione è davvero ai massimi storici. Non solo in Europa o in Cina o negli Stati Uniti d’America, ma anche in Giappone.

nissan rivoluzione elettrico
Auto elettriche (fuoristrada.it)

E’ proprio del Paese asiatico tanto rinomato per le realizzazioni motoristiche – e chiaramente non solo – che abbiamo deciso di nominare per una specie di rivoluzione che merita davvero di essere considerata nel modo più accurato e migliore possibile. Detto questo, non resta altro da fare che approfondire il tutto nel migliore dei modi.

Auto elettriche, grande novità in Giappone: i dettagli

La grande protagonista di questa storia è la Nissan, azienda giapponese di grande valore che ha annunciato l’allestimento della linea di produzione pilota di batterie allo stato solido in Giappone. Come precisato dal brand nipponico, l’iniziativa rientra nell’ambito della visione a lungo termine Ambition 2030, con l’obiettivo di lanciare nuovi mezzi a motore elettrici dotati di batterie entro il 2028. In particolar modo, il focus su quest’ultima operazione progettuale va a toccare la linea di produzione pilota di batterie allo stato solido presso lo stabilimento giapponese di Yokohama nella prefettura di Kanagawa.

nissan rivoluzione elettrico
Nissan, l’obiettivo è rivoluzionario (fuoristrada.it)

Nissan ha fatto sapere che prevede di utilizzare questo genere di batterie in un’ampia gamma di prodotti, pick-up inclusi. La società automobilistica ha spiegato che “stiamo conducendo attività di ricerca e sviluppo ad ampio raggio”. Il brand ha spiegato che le batterie allo stato solido rappresenteranno un forte impulso alla diffusione della mobilità elettrica, essendo caratterizzate da densità energetica pari al doppio rispetto a quella delle batterie agli ioni di lito convenzionali.

Inoltre, “i tempi di ricarica sono significativamente più brevi e i costi sono inferiori”. Tutto questo è reso possibile grazie all’impiego di materiali meno costosi. Nissan vede le cose davvero in grande, visto che i progetti futuri coinvolgeranno le batterie, i nuovi mezzi elettrici, ma anche città capaci di utilizzare mezzi a motore come batterie di accumulo. Insomma, Nissan punta a massimizzare al meglio i vantaggi di una esperienza che punta a cambiare totalmente il mondo legato alle vetture elettriche e al loro utilizzo. Suicuramente l’ambizione non manca a questa società che, fra le altre cose, ha anche tante risorse da spendere nel miglior modo possibile.

Gestione cookie