Dramma Schumacher, il danno è irreparabile: i tifosi sono sconvolti

Schumacher, un cognome che evoca nella mente di milioni di appassionati quasi esclusivamente grandi ricordi. Non stavolta.

Schumacher. Un cognome certamente noto all’interno del mondo del Motorsport. Ben tre degli appartenenti a questa famiglia, hanno partecipato al mondiale di Formula Uno. A partire da Michael Schumacher, che purtroppo al momento lotta fra la vita e la morte a causa di un grave incidente capitatogli a Meribel nel 2013, sette volte campione del mondo e detentore di alcuni dei più strepitosi traguardi ai quali un pilota automobilistico possa anche solo lontanamente ambire.

Schumacher, è accaduto veramente: di cosa si tratta 28 novembre 2022 fuoristrada.it
Schumacher, è accaduto veramente: di cosa si tratta fuoristrada.it

Pure suo fratello Ralf si è reso artefice di ottimi risultati nella massima serie automobilistica. E poi, nel 2021, è toccato anche a Mick, figlio di Michael. Che però non ha avuto fino ad ora la stessa fortuna dei suoi predecessori. Due anni alla guida di una Haas, pochi punti guadagnati e soprattutto troppi errori tecnici che gli sono costati caro per quanto riguarda il rinnovo (non arrivato) di contratto. E a dirla tutta, sono costati parecchio anche alla scuderia americana.

Quale futuro?

Forse non è esattamente quello che voleva il buon Mick. Anzi, sicuramente non è ciò che desiderava e desidera per la sua carriera. Ma in vista del 2023, Schumacher dovrà accontentarsi di un ruolo minore. Non c’è spazio in Formula Uno per il pilota appartenente alla Ferrari Driver Academy. Lui che non ha alcuna intenzione di partecipare al DTM. Ma anzi, punta il rientro nel circus in vista del 2024. Una buona proposta per il 23enne ex Haas, potrebbe essere rappresentato dall’approdo – o meglio, ritorno – in Mercedes.

Non ovviamente al posto di George Russell o Lewis Hamilton, ma come terza guida dell’azienda anglotedesca. Un modo per non perdere il feeling con il campionato automobilistico più importante al mondo, e magari sfruttare un ambiente da ben 15 titoli mondiali conquistati in meno di dieci stagioni disputate. Poi, perché no, ‘rubare’ qualche segreto ai fenomenali piloti titolari. In attesa di una nuova, affascinante e fondamentale chance alla guida di una monoposto di F1. E’ di sicuro ciò in cui spera Schumacher.

Mick Schumacher, errori da capogiro: Haas si lecca le ferite

Mick Schumacher è stato sostituito dal rientrante Nico Hulkenberg, più esperto del giovane talento tedesco e pronto a dare il suo apporto alla Haas nel 2023. Non una sorpresa, se non forse per quanto riguarda il ritorno di Hulkenberg. Perché il rapporto fra Schumacher e il team era tutto tranne che rose e fiori, e decisamente da un bel po’ di tempo a questa parte. Anche a causa dei tanti errori di Mick, maggiori rispetto alle buone prestazioni mostrate in pista. In particolar modo gli incidenti nelle qualifiche dell’Arabia Saudita, a Monaco e infine in Giappone sono costati alla Haas più di tre milioni di euro.

Mick Schumacher 28 novembre 2022 fuoristrada.it
Mick Schumacher fuoristrada.it

Stando, almeno, a quanto riportato di recente dalla testata giornalistica Bild. Sempre secondo la rivista sportiva, vanno aggiunti anche alcuni problemi legati agli sponsor del team, molti dei quali avevano stretto accordi con la scuderia americana proprio per la presenza in pista del giovane di casa Schumacher. Ma adesso che l’ex campione del mondo di F2 è fuori dal circus, alcuni di questi – se non tutti – pare che intendano interrompere la collaborazione con la scuderia diretta da svariati anni da Gunther Steiner.