Quando i leoni da tastiera distruggono un marchio | Queste case sono nei guai

Il giudizio di un’auto è sempre decisivo, a prescindere dal luogo e dalla persona dal quale arriva. Una casa in particolare lo sa bene.

Il mondo dei social network permette a chiunque di scrivere un commento, un’opinione o una banale recensione in pochi attimi, a volte con coscienza e obiettività, a volte sputando puro odio senza nemmeno una vera ragione. Lo sanno bene questi marchi che producono automobili che hanno vinto un poco invidiabile primato virtuale. Guardate cosa diamine gli è successo a causa delle recensioni cattive di tanti clienti.

Odio Canva 14_11_2022 Fuoristrada
“Sono davvero arrabbiato” (Canva)

Cambia la tua vita con un click

Con la tecnologica che fa passi da gigante e ci accompagna nella vita di tutti i giorni in modo quasi opprimente, dobbiamo fare tutti i conti con il fatto che viviamo in un mondo con due facce: la prima è quella reale, riguardante il mondo che scorre attorno a noi tutti i giorni. La seconda, il mondo virtuale, quello raggiungibile solo tramite uno smartphone o un tablet, ma altrettanto capace di influenzare direttamente – e pesantemente – la vita di tutti quanti noi.

Vi è mai capitato di ricevere insulti o addirittura minacce online? Spesso, a queste ridicole azioni dettate dall’odio non segue nessuna conseguenza diretta e potete farvi una risata e spegnere il computer, andando a dormire sereni. Non se siete aziende che hanno un’immagine da difendere in tutto il mondo però. Questi marchi automobilistici hanno dovuto fare i conti con un odio che deciderete voi, dati alla mano, se e quanto sia giustificabile…

Recensioni Canva 14_11_2022 Fuoristrada
Quella che hai in mano è una vera arma (Canva)

Arma a doppio taglio

Le recensioni online hanno una grande utilità, perchè consentono agli utenti che hanno provato un prodotto o un brand di consigliarlo o sconsigliarlo a migliaia di altre persone utilizzando Google, TripAdvisor o qualsiasi altro portale dedicato alla diffusione di conoscenza online. Ma quando questi strumenti vengono usati in modo un po’ maligno, le conseguenze per un’azienda possono essere molto pesanti.

Recentemente l’americana Consumer Report ha avviato un’indagine per scoprire quali sono i marchi che ottengono più recensioni negative e piene d’odio online, e i risultati sono stati sorprendenti: infatti, nella lista troviamo pure case che hanno un’ottima reputazione, cosa che fa sorgere un dubbio: le recensioni sono affidabili? O sono state fatte in molti casi da utenti che volevano solo sfogarsi per qualche presunto torto ricevuto dalle aziende? Giudicate voi, ecco che arriva l’elenco.

Povera Nissan!

Per interpretare i dati, gli autori dell’indagine hanno deciso di trasporre le recensioni da una a cinque stelle in una scala che va da 1 a 100 punti. La top tre dei marchi più odiati vede sul gradino più basso del podio Acura, un marchio non attivo in Italia: Acura vende sul mercato nord americano vetture sportive prodotte dalla casa Honda ed ha una media di appena due stelle, traducibile in 57 punti su 100: le vetture, recensioni alla mano, sono considerate: “Poco intuitive” ed accusate di “Perdere rapidamente valore sul mercato dell’usato”. Bene…

GTR Canva 14_11_2022 Fuoristrada
Nissan, vittima dell’odio virtuale per eccellenza (Canva)

Nonostante le iniziative per riconquistare la fiducia dei clienti come l’arrivo del SUV Lyriq, anche la casa americana Cadillac è nel gruppo dei marchi più odiati: con soli 56 punti su 100 di media, il marchio è il secondo più odiato sul web. La motivazione, riassumendo le numerose recensioni, è la seguente: “Generalmente, le loro auto non valgono la spesa”. Sono pareri dei clienti: noi ovviamente non prendiamo posizione, non avendo una vettura del marchio nel garage!

Al primo posto però troviamo Nissan! Ma come? Per essere precisi, parliamo del marchio Infiniti, ovvero la succursale di lusso della casa nipponica così famosa e diffusa anche qui in Italia, che ottiene solo 43 punti su 100 in media e tantissime recensioni con una sola stella. I motivi, stavolta, sono parecchi e sembrano pure validi: “Il prezzo è troppo alto e l’impianto elettronico è pessimo”, dicono molti utenti che hanno recensito le auto. Una vera sentenza popolare a cui sarà molto difficile opporsi.