Circolazione Auto, scatta il divieto per questi veicoli: problemi per tante persone

Circolazione auto, qualcosa sta cambiando. Scatta infatti il divieto per questi veicoli. Problemi per molte persone, i dettagli.

Come faranno, da oggi, tanti cittadini e tanti lavoratori a spostarsi, è un mistero. Ma la decisione ormai è presa. Un folto, foltissimo, numero di vetture non potrà più circolare. Ecco quali.

Grandi limitazioni alla circolazione delle autovetture (web source) 15.11.2022 fuoristrada
Grandi limitazioni alla circolazione delle autovetture (web source)

Si tratta di nuove misure di limitazione permanenti, programmate ed emergenziali per la prevenzione e il contenimento dell’inquinamento atmosferico.

E così, dal lunedì al sabato, con esclusione della domenica e dei giorni festivi infrasettimanali, non potranno circolare vetture che, fino a oggi, hanno invece trasportato migliaia di cittadini. Dal 15 novembre 2022: autoveicoli alimentati a benzina e a gasolio Pre-Euro 1, Euro 1 ed Euro 2; autoveicoli alimentati a gasolio Euro 3; ciclomotori e motoveicoli alimentati a benzina Pre-Euro 1 ed Euro 1 e a gasolio Pre-Euro 1, Euro 1 ed Euro 2. La limitazione, come vedete, è quindi già in corso.  Dal 1° novembre al 31 marzo di ogni anno, inoltre, per almeno quattro domeniche per tutti i veicoli dotati di motore endotermico, nelle fasce orarie 7.30-12.30 e 16.30-20.30.

Tra un anno, a partire dal 1° novembre 2023 per: autovetture alimentate a gasolio Euro 4 nella fascia oraria 7.30-20.30; veicoli commerciali N1, N2, N3 alimentati a gasolio Euro 4 nella fascia oraria 7.30-10.30/16.30-20.30; ciclomotori e motoveicoli alimentati a gasolio, Euro 3.

Tra due anni, dall’1 novembre 2024, banditi anche gli autoveicoli alimentati a benzina Euro 3. Sempre dalla stessa data, il divieto sarà inoltre esteso ad autovetture alimentate a gasolio Euro 5 nella fascia oraria 7.30-20.30; veicoli commerciali N1, N2, N3 alimentati a gasolio Euro 5 nella fascia oraria 7.30-10.30/16.30-20.30.

Il provvedimento

Si tratta di misure per contenere l’inquinamento. Come è noto, infatti, l’Europa ha messo nel mirino il settore dell’automotive, indicando questo come il principale motivo del riscaldamento globale e delle emissioni.

La decisione è della Giunta di Roma Capitale che ha previsto anche iniziative di sostegno per incentivare l’acquisto di auto ecologiche e l’utilizzo del trasporto pubblico. Le misure scattano all’interno della ZTL Fascia Verde.

Il sindaco di Roma Roberto Gualtieri (Comune di Roma) 15.11.2022 fuoristrada
Il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri (Comune di Roma)

Sarà quindi un problema per le migliaia di lavoratori della capitale spostarsi. La Giunta presieduta da Roberto Gualtieri, tuttavia, vara alcune misure di sostegno all’uso del trasporto pubblico, tra le quali: abbonamento annuale gratuito al Trasporto Pubblico in cambio di rottamazione veicoli entro Euro 2 ed Euro 3 benzina ed Euro 3 ed Euro 4 diesel; incentivo, aggiuntivo a quelli statali, per il cambio di mezzi commerciali leggeri da Euro 3/5 a full electric.

“Realizziamo un pezzo importante del nostro programma, che tutela la salute delle romane e dei romani, riduce l’inquinamento e le emissioni e rende la nostra città più vivibile, nel rispetto delle norme europee” ha affermato il Sindaco di Roma Roberto Gualtieri. Resta da capire come la prenderanno i romani…