Nascerà in Italia l’auto più economica del mondo: puoi dire addio a bollette e cari carburante

La crisi energetica colpisce i cittadini, ma anche le aziende. Ma con questa nuova partnership, forse non ci saranno più problemi

Più volte abbiamo dato conto del difficile periodo che vive il mondo, non solo sotto il profilo politico e sociale, con la guerra che sta dilaniando l’Ucraina. Ma anche con le conseguenze che il conflitto sta portando con sé, anche sotto il profilo economico.

Caro carburante no
Basta con il caro carburante, finalmente si risparmia | Canva

I rincari, enormi, hanno riguardato, nei mesi, prima i carburanti. Ricorderete, infatti, di diesel e benzina ampiamente costantemente sopra i due euro al litro, prima che il Governo intervenisse con il taglio delle accise. E ora, con la crisi energetica. Le bollette salate colpiscono, ovviamente, i privati cittadini. Ma anche le aziende. E anche le aziende dell’automotive. Insomma, tutto a cascata. Oggi, però, arriva l’auto che potrebbe risolvere tutti i problemi. E non ci crederete: arriva dall’Italia.

Un’auto contro la crisi

La crisi energetica colpisce tutti, insomma. Enel fa un pieno di ricavi nei primi nove mesi del 2022 a 108.177 milioni di euro, in aumento dell’84% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e continua a investire nelle rinnovabili e nelle reti per accelerare l’indipendenza energetica e l’abbandono del carbone. L’utile netto ordinario di Gruppo per quest’anno è invece atteso tra i 5,0 e i 5,3 miliardi di euro rispetto alla precedente stima tra i 5,6 e i 5,8 miliardi, una revisione legata a un minore contributo dei business in Italia e a una tassazione attesa in Spagna superiore alle previsioni

La potenza efficiente installata netta totale del Gruppo è pari a 87,9 Gw, in aumento di 0,8 Gw rispetto al 31 dicembre 2021, principalmente per l’installazione di nuova capacità solare (+1,3 Gw), eolica (+0,5 Gw) e all’acquisizione di nuovi impianti idroelettrici in Italia (+0,5 Gw). L’energia netta prodotta dal Gruppo nei primi nove mesi è pari a 174,3 TWh (+6,2%) di cui il 48% da rinnovabili, il 40% termoelettrica e il 12% nucleare. E riguarda proprio le cosiddette energie “pulite” il progetto italiano di cui vi parliamo oggi.

L’auto più economica al mondo

Tutto merito di è Aptera Motors, startup americana di automobili ad alta efficienza con sede a San Diego, California. Un’azienda molto innovativa che, infatti, ha creato un’auto elettrica capace di ricaricarsi con la luce del sole. Ebbene sì. Capite bene le potenzialità che può avere un progetto del genere, soprattutto nello scenario che abbiamo tratteggiato prima.

Un progetto che ha qualche anno di vita ormai e che nel 2019 è stato riprogettato in un puro veicolo elettrico alimentato a batteria (BEV) grazie ai pannelli solari. In tutto un’autonomia di 1.600 km con una singola carica, con circa 65 km che potranno arrivare dal sole ogni giorno. Ciò rende l’Aptera l’autoveicolo più efficiente e il più lungo raggio mai progettato per la produzione di massa.

Il 4 dicembre 2020, la società ha rivelato il nuovo prototipo di Aptera EV, rilasciando i dettagli del modello e delle opzioni con i prezzi e ha aperto i preordini. In otto giorni hanno ricevuto depositi per oltre 3.000 veicoli Aptera, per un valore di oltre $ 100.000.000. Entro 7 settimane la società ha ricevuto depositi per oltre $ 200.000.000 di veicoli.

L'auto Aptera (web source) 4.11.2022 fuoristrada
L’auto Aptera (web source)

Ciò che è molto interessante, è anche il fatto che quest’auto, ora, sarà prodotta in Italia. Aptera ha annunciato di aver siglato una nuova partnership con C.P.C. Group, che nel cuore della Motor Valley italiana produrrà per la società americana il telaio della Aptera. Un valore aggiunto che potrà senz’altro far crescere il progetto, dato che C.P.C. Group è un marchio di garanzia, vantando solide e duratore collaborazioni anche con Ferrari e McLaren.