BMW, la novità che cambia il modo di andare in auto | Fa impazzire i più giovani e non solo

BMW, ecco la novità che piace tanto ai più giovani. Ecco quindi come accaparrarsi nuovi clienti. Il brand tedesco sa come farsi amare dai suoi automobilisti di fiducia.

BMW è una delle più celebri aziende automobilistiche in assoluto. Un costruttore di auto e moto che ha raggiunto il successo molto presto nel corso della sua storia per poi non mollarlo più. Grazie a progetti ambiziosi e realizzazioni semplicemente fantastiche. E ad una continua innovazione che non si ferma veramente mai.

BMW (Canva) 28 ottobre 2022 fuoristrada.it
BMW (Canva)

Ciò lo vedremo anche nel 2023, con una novità che sicuramente ai più giovani piacerà molto. Ovvero, la possibilità di avere a portata di mano una sorta di sala giochi in macchina. Avete capito bene. Approfondiamo perciò di cosa si tratta e perché potrebbe rappresentare una mossa davvero vincente per l’azienda tedesca.

BMW: il retroscena sul logo

La BMW è un marchio strepitoso che molto probabilmente non merita neanche chissà quale presentazione. Tale prestigio ha creato dei miti veri e propri su di esso. Come quello della fantomatica elica. Sono tantissime le persone che ancora oggi pensano che il logo BMW sia un’elica stilizzata in movimento.

Un mito nato qualche anno dopo la stessa fondazione della società. In una pubblicità del 1929, veniva mostrato un aereo con il logo in un’elica che ruotava. Questo perché, agli albori della crisi economica mondiale, andava pubblicizzato un nuovo motore aeronautico che la società costruì su licenza di Pratt & Whitney. Un’idea perfetta per pubblicizzare un nuovo brand, a sottolineare le radici e le competenze dello stesso in ambito aeronautico.

Videogiochi: ne è passato di tempo dal primo

Il primo videogioco sviluppato in assoluto venne realizzato grazie al calcolo elettronico negli anni ’50 dello scorso secolo. Un periodo nel quale l’informatica era una scienza complessa, primitiva, estremamente costosa e in mano ai grandi istituti di ricerca o alle organizzazioni militari. Nel 1952, all’università di Cambridge, venne sviluppato il primo software ludico di sempre; una versione digitale del tris o filetto, chiamato OXO.

Questi sono di certo i pionieri di un settore ormai veramente ampio. Oggi i videogiochi, proprio come libri e film, possono lanciare messaggi di rilevanza sociale e civile, emozionare e divertire; insomma, sono molto più di un semplice passatempo per ragazzi. Ed evidentemente, chi gestisce le aziende automobilistiche, lo sa bene.

Videogiochi in auto: l’ultima trovata targata BMW

Già Tesla ci aveva pensato, e adesso BMW la segue a ruota. Nel 2023, infatti, i passeggeri si intratterranno in maniera veramente singolare grazie alla tecnologia AirConsole. Questa, sfrutta gli ampi display montati sui cruscotti delle auto di nuova generazione. E non necessita nemmeno di un controller: basta sfruttare un telefono.

BMW (Web source) 28 ottobre 2022 fuoristrada.it
BMW (Web source)

Verranno messi a disposizione una serie di giochi pensati per tutte le età. Soprattutto in caso di traffico intenso o lunghi viaggi in auto, verrà disposta una specie di sala giochi a disposizione di possessori di auto BMW. I giochi saranno almeno 180. Ma come si fa? Basterà scegliere un titolo e inquadrare un codice QR con il telefono cellulare. Il debutto è previsto nel 2023, il quale è ormai alle porte: videogiocatori, siete pronti?