MotoGP, fuori un altro all’improvviso: è saltato tutto di nuovo

MotoGP, arriva una notizia che fa scattare un nuovo campanello di allarme. È successo di nuovo: salta tutto e si attende perciò la riprogrammazione.

Arriva una nuova ultimissima notizia che riguarda la MotoGP: si attende solo l’ufficialità, ma di fatto è stato già dichiarato che è saltato tutto. La scelta è stata presa in maniera ponderata e comporta delle revisioni in tutto il programma. Ecco perciò cosa sta succedendo e che scenario si prospetta.

Salta tutto in MotoGP
Salta tutto in MotoGP: si attende solo l’ufficialità (Foto di ANSA) – Motomondiale.it

Il Motomondiale si sta preparando per approdare in Italia. Dopo il GP in Catalogna, vinto da Pecco Bagnaia con Jorge Martín secondo e Marc Marquez terzo, ci si sta infatti preparando per l’appuntamento tanto atteso al Mugello. Domenica 2 giugno si sta avvicinando sempre più rapidamente e la speranza è che il pilota italiano campione in carica possa riconfermarsi sul gradino più alto del podio anche in ‘casa sua’.

In attesa del GP azzurro, è arrivata però anche un’altra notizia che spiazza la maggior parte degli appassionati di questo sport. Anche se era già nell’aria. Dopo il GP di Kazakhstan, salta anche il GP in India. Questo è secondo i piani previsto il 22 settembre ma molto presto il calendario cambierà: ecco cos’è stato dichiarato in merito e quando verrà riprogrammata la corsa.

MotoGP, slitta il Gran Premio dell’India: i motivi e le possibili nuove date

La gara in India, ormai è deciso, sarà quindi rinviata per consentire un andamento più agevole ai piloti sulla pista. L’amministratore delegato di Fairstreet Sports, Pushkar Nath Srivastava, ai microfoni di ‘Press Trust of India’ ha infatti dichiarato: “È stato deciso, di comune accordo tra tutte le parti, di spostare la gara a marzo del prossimo anno. Stiamo valutando la prima o la seconda settimana di marzo“.

Salta tutto in MotoGP
Rinviato il GP in India: si aspetta solo l’ufficialità (Foto di ANSA) – Motomondiale.it

“Tutte le parti interessate – ha continuato in via ufficiale – sono d’accordo sul fatto che il clima di settembre non è favorevole alla gara e che sarebbe difficile per i piloti e i commissari di gara, come già sperimentato lo scorso anno. Anche Dorna è d’accordo con la decisione”.

Insomma, dopo il Kazakhstan è stata rinviata anche un’altra gara del Motomondiale di questa stagione. Non resta che attendere la comunicazione ufficiale con la conferma dello slittamento e quindi con le nuove date. La MotoGP si adeguerà a sua volta anche alla nuova modifica, così come tutti i suoi piloti.

Impostazioni privacy