Addio ai piloti nel motorsport? Prima volta storica, potrebbe cambiare il futuro delle corse

Un nuovo campionato è appena iniziato, e riguarda delle auto che vanno in pista prive di pilota. Scopriamo di cosa si tratta.

Il mondo delle corse sta cambiando nel corso degli ultimi anni, con l’avvento dell’ibrido e regolamenti che si concentrano sull’efficienza e sull’utilizzo di energie più pulite. La rivoluzione più grande è stata la nascita della Formula E nel 2014, campionato dedicato ad auto prive di motore a combustione, che è stato seguito da altre serie simili.

Motorsport gare senza pilota
Motorsport rivoluzione nelle corse – Fuoristrada.it

L’elettrico è arrivato anche sulle due ruote, con l’avvento del campionato di MotoE, ma nelle prossime righe, vi parleremo di qualcosa di ancor più assurdo. Stiamo parlando del primo campionato dove non sono presenti dei piloti, con le auto guidate dall’Intelligenza Artificiale. C’è da dire che le cose non sono andate proprio benissimo, ma si può sempre migliorare, soprattutto con tecnologie che sono ancora in fase embrionale.

Motorsport, la prima gara di auto senza pilota ad Abu Dhabi

La pista di Yas Marina, situata ad Abu Dhabi, ospita dal 2009 in avanti il Gran Premio di F1, su un’isola artificiale nata appositamente per la costruzione di questo tracciato. Ebbene, è stata proprio Abu Dhabi a fungere da teatro per la prima gara della storia con monoposto prive di pilota alla guida, ma del tutto condotte dall’Intelligenza Artificiale. Nello specifico, il campionato si chiama Abu Dhabi Autonomous Racing League, ma come vi abbiamo già anticipato, si è trattato quasi di un disastro, con episodi clamorosi che si sono verificati durante lo svolgimento dell’evento.

Auto senza pilota prima volta nel motorsport
Auto senza pilota in mostra (Instagram) – Fuoristrada.it

Le monoposto, nel design, non sono una novità assoluta, dal momento che si tratta delle Dallara che partecipano al campionato giapponese Super Formula, la ex Formula Nippon. Tuttavia, il comportamento in pista è stato ben diverso, dal momento che finivano in testacoda da un momento all’altro, sino a fermarsi all’improvviso nel bel mezzo della pista. Ovviamente, nessun pericolo visto che in auto non c’era nessuno, ma ci sono tanti aspetti che andranno migliorati, altrimenti resterà un’idea fine a sé stessa.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Typo Media (@typo_ita)

Incredibile quanto accaduto al Team Polimove, del Politecnico di Milano, che durante la gara era al comando, ma che si è poi girata di schianto ed è rimasta ferma in mezzo al tracciato. Al momento, quello che è andato in scena è stato un esperimento del tutto fallito, ma l’IA è ancora in fase di sviluppo, per cui non ci sono dubbi sul fatto che verranno fatti progressi a breve.

Impostazioni privacy