Fino a che età si può rinnovare la patente? Cosa dice il Codice della Strada

In un Paese vetusto come l’Italia vi sarete imbattuti in tantissimi vecchietti a bordo delle loro auto. Il limite di età è un tema delicato e la legge non conosce ignoranza.

Patente, fino a che età si può rinnovare? Ecco cosa dice il Codice della Strada

I nonni ricoprono un ruolo essenziale nelle famiglie italiane, ma sono sempre più anziani. Per una vita intera hanno investito il loro tempo a lavorare e ad aiutare figli e nipoti. Sono, in tanti casi, indispensabili per scarrozzare in giro i nipotini, ma in tante occasioni possono rappresentare anche un vero pericolo sulle strade.

Vi sarà capito di bussare in auto un vecchietto che sembrava incapace di ricordare anche le normi basilari del Codice della Strada. Anche noi invecchieremo prima e poi e troveremo giovani pronti a segnalarci i cartelli o ad ammonirci per la bassa andatura.

La vecchiaia è un processo biologico inevitabile. Per un uomo essere privati della possibilità di viaggiare a bordo di un mezzo è un duro colpo. Per questo motivo le leggi italiane sono diventate più permissive.

Per tutte le persone della terza età che vogliono continuare a viaggiare a bordo delle proprie auto vi sono delle norme basi da rispettare. Il decorso non è uguale per tutti e vi sono persone che a ottanta, novanta o persino cento anni sono in forza e vogliono continuare a guidare.

Sono previsti dei rinnovi che prevedono diversi esami fisici, psichici e riguardanti le norme di guida. Il Codice Della Strada permette di poter rinnovare la patente a coloro che hanno superato gli 80 e persino i 90 anni, se sono in grado di guidare. Ma c’è un limite?

Rinnovo della patente ogni 2 anni se hai compiuto 80 anni

Il rinnovo della licenza rosa si fa ogni 10 anni, ma superati gli 80 anni va eseguito ogni 2, soltanto per quanto riguarda le principali patenti dalla A1 alla B. Questa disposizione è stata fatta perché gli anziani che continuano a ricoprire un ruolo essenziale.

L’età lavorativa si è allungata in proporzione a quella biologica. L’Art. 126. “Durata e conferma della validità della patente di guida” del Codice della Strada stabilisce controlli più frequenti raggiunti gli 80 anni di età.

Il rinnovo della patente degli anziani
Rinnovo patenti signori Ranieri (Ansa) Fuoristrada.it

Per questo motivo l’unica cosa che prevede la legge è che siano controllati tutti i patentati over 80. Non è semplice conservare una buona vista o udito dopo una certa età. Un calo può rappresentare un pericolo per gli altri automobilisti e per i pedoni.

Le patenti dall’A1 alla B permettono di guidare, sostanzialmente, ogni tipo di mezzo sotto le 3 tonnellate e mezzo di peso. Spesso ci si imbatte in pensionati in pesanti SUV e i danni che potrebbero fare risulterebbero ancor più impattanti.

Ma vi sono dei limiti per il rinnovo o è infinito? La legge consente anche a persone centenarie di guidare, qualora risultino in regola.

Per guidare con soddisfazione sino a tarda età occorre rimanere in forma fisica. Quindi vi consigliamo sempre di mettere al centro dei vostri interessi la salute.

Impostazioni privacy