Multe auto, la nota della Polizia mette in guardia tutti: fate attenzione

La Polizia mette in guardia i cittadini con una notizia che ha davvero dell’incredibile, ma che purtroppo corrisponde alla verità.

Al giorno d’oggi sono moltissimi i casi in cui si può essere multati, con questo genere di situazione che non è di certo piacevole per chi deve pagare una sanzione. Soprattutto al giorno d’oggi i costi della vita si sono fatti sempre più onerosi, per questo motivo dover aggiungere alle spese anche quella di una multa non è di certo l’obiettivo di nessuno.

Multe auto, la nota della Polizia mette in guardia tutti: fate attenzione
Multe – Fuoristrada.it

Il fatto che stiano aumentando sempre di più i controlli e soprattutto ci siano un numero incredibile di restrizioni, fa sì che spesso non si riesca a capire con precisione il perché si è stati sanzionati. Non si dà dunque più di tanto credito al fatto di aver trovato una multa sulla propria auto, con la maggior parte delle persone che si spazientiscono, ma alla fine pagano la multa.

Proprio questo ha comportato a uno stranissimo caso sul quale la Polizia sta indagando. Se è vero infatti che il numero di multe è in costante aumento è anche vero che questa poca attenzione da parte dei guidatori comporta possibili aiuti da parte dei truffatori.

Si sa che per poter raggirare una persona e trarla in inganno la si deve sorprendere in un momento in cui non sta prestando la massima attenzione alla situazione nella quale si trova. A Milano purtroppo stanno aumentando seriamente i casi di furti e di truffe, motivo per il quale la Polizia ha dovuto emettere un comunicato dove spiega agli automobilisti che devono prestare la massima attenzione.

Finte multe a Milano: attenzione alla truffa

A quante pare il tutto è nato da una denuncia da parte di un uomo che si trovava nel capoluogo lombardo e che non riusciva a spiegarsi il motivo del perché si fosse ritrovato una sanzione sul proprio parabrezza. Una volta arrivato dalla Polizia per chiedere spiegazioni sull’accaduto, sono stati gli stessi poliziotti a rimanere sorpresi.

Multe false Polizia attenzione Milano
Polizia di Milano (Ansa – fuoristrada.it)

Sulla multa emessa per un’auto parcheggiata in Piazzale Lagosta infatti si richiedeva di pagare 25 Euro, ma entro i primi due giorni dalla ricezione della sanzione si poteva pagare solo 12.50 Euro. Per quanto si paghi di meno in anticipo, non vi è mai una riduzione del 50% e soprattutto i giorni lavorativi sono cinque e non due.

Per questo motivo l’uomo ha cercato di capirci qualcosa a riguardo e a quanto pare è stato scoperto che si tratta di una pratica purtroppo comune. Già nella vicina Abbiategrasso, un uomo aveva denunciato la presenza sulla propria auto di una multa che non aveva motivo di essere emessa.

Il pagamento avrebbe dovuto essere effettuato tramite un QR Code. Questo che riportava gli automobilisti su una pagina della Polizia che era creato a tavolino per far cascare nella trappola le vittime di questa truffa. Il fatto di chiedere piccole cifre è vincente, ma per fortuna qualcuno ha deciso di denunciare l’accaduto e ora la Polizia sta dando vita alle indagini per risalire ai colpevoli di questa triste vicenda.

Impostazioni privacy