Addio alle concessionarie, adesso si fa tutto online: mazzata per i nostalgici

C’era un tempo in cui era meraviglioso poter entrare in una concessionaria e avere il parere di un appassionato, prima ancora di un venditore. Ecco quale è l’ultima tendenza.

Nell’epoca d’oro dei motori i padri, insieme ai figli, si recavano nelle concessionari per osservare da vicino le nuove vetture. Si toccavano le novità con mano, tra una chiacchierata con il venditore e un test driver. Era piacevole essere immersi in una realtà molto impattante sulle emozioni stesse dei futuri automobilisti. Per coloro che nutrivano una passione per le auto era un lavoro da sogno.

Addio alle concessionarie, adesso si fa tutto online: mazzata per i nostalgici
Concessionarie online, altri posti di lavoro a rischio – fuoristrada.it

Gli orari pesanti non spaventavano perché i gestori di una concessionaria erano come i manager dei parchi giochi. Vendevano emozioni e vedevano le persone felici. Dopo la casa, l’acquisto di una macchina rappresentava per gli italiani un tassello importante. Tutto questo scenario potrebbe diventare, totalmente, asettico in futuro. Già tantissime concessionarie sono sparite dalla circolazione e hanno lasciato spazio ai ricordi.

La nuova frontiera sarà rappresentata dagli acquisti online. Ma una cosa è comprare un telefono o un elettrodomestico, un’altra è ritrovarsi a scegliere un’auto da un catalogo digitale, senza mai averla respirata. Il concetto di vendita è cambiato a tutti i livelli. Internet è diventata la piazza del paese, per dirla alla Bill Gates, tuttavia vi sono valori che andrebbero conservati. Già acquistare un paio di scarpe dal vivo in un negozio ha un sapore diverso da vedersele recapitate, direttamente, a casa ma le auto e le moto sono pura passione.

Vi sono persone che risparmiano una vita per portare a termine l’acquisto del loro agognato mezzo. Stare, comodamente, seduti a casa davanti ad un PC a selezionare interni e colore dell’auto trasmette quasi una sensazione da videogame. Purtroppo in Asia, oramai polo dell’industria dell’Automotive 2.0, sempre meno persone si recano fisicamente in concessionaria a formalizzare l’acquisto. Nel momento in cui si sono trasformate le auto in smartphone elettriche su quattro ruote queste sono le conseguenze.

Concessionarie online, altri posti di lavoro a rischio

Hyundai ha già promosso il nuovo servizio Click to Buy. Bastano 6 click su una piattaforma per arrivare alla consegna del nuovo veicolo. Di base, dopo la scelta del modello, si vanno a selezionare le caratteristiche tecniche. Quindi si clicca sull’opzione motore ideale e il concessionario più vicino che personalizzerà la vettura, relativamente ad optional e colori, in base alle richieste effettuate online. E’ anche possibile richiedere un finanziamento e scegliere se ritirare la nuova auto in concessionario oppure altrove.

E' l’ultima tendenza Hyundai
Concessionarie online, altri posti di lavoro a rischio (Ansa) – fuoristrada.it

Dalla presentazione della domanda al contratto di vendita, presentato dagli utenti, il passo è breve. Se il cliente decide di pagare la sua nuova Hyundai tramite finanziamento, potrà concludere la sua richiesta direttamente online. Gli basterà compilare le info proposte Hyundai Capital Bank e riceverà l’ok in tempi record. A quel punto, sempre online, l’acquirente effettuerà il pagamento con carta e dovrà solo aspettare l’arrivo del pacco a casa nel luogo da lui indicato.

Appassionati di auto, è davvero questo il futuro? Annullare la parte sensoriale ed emozionale dell’esperienza di acquisto di una vettura per la comodità di stare in pantofole a casa davanti ad uno schermo? Orami la realtà è sempre più filtrata e l’off-line rappresenterà il vero lusso.

Impostazioni privacy