Toyota, vi siete mai chiesti il significato del logo? Dietro c’è una storia pazzesca

La Toyota è un colosso mondiale delle quattro ruote, ed oggi vi parleremo del suo storico logo. Ecco perché è stato scelto e cosa rappresenta.

La Toyota è il maggior produttore mondiale di auto, con circa 11 milioni di vetture che vengono immatricolate ogni 12 mesi. Si tratta di numeri eccezionali, ed uno dei segreti della casa giapponese è la grande affidabilità dei loro modelli, che sono sempre al top in termini di qualità e resistenza, una vera e propria garanzia per i clienti, da ottenere anche a prezzi più che accettabili.

Toyota ecco il significato del logo
Toyota logo (ANSA) – Fuoristrada.it

La Toyota ha sempre puntato sulle tecnologie migliori al mondo, e pare che ora si stia convertendo anche all’elettrico. Le emissioni zero sono il futuro, ma oggi noi faremo un salto al passato, parlandovi del significato del logo del colosso del Sol Levante. Il simbolo è noto in tutto il mondo, ma il suo senso è ancora un mistero per molti. Proviamo a svelarlo.

Toyota, ecco cosa significa il logo delle tre ellissi

Il logo della Toyota è composto da delle ellissi, ed è ormai molto noto in tutto il mondo. La spiegazione sulle sue origini e sul suo significato è stato spiegato sul sito web “rundesign.it“, dove viene spiegato che esso è una combinazione tra tre lettere T, con le ellissi che rappresentano il collegamento che c’è tra il cliente ed il prodotto, tra i quali si deve instaurare una sorta di rapporto di fiducia nel momento dell’acquisto e poi dell’utilizzo dell’auto.

Toyota Prius che storia
Toyota Prius modello assurdo (ANSA) – Fuoristrada.it

La storia parte da molto lontano, e dobbiamo ricordare che la famiglia che diede origine a questo marchio si chiamava in realtà Toyoda, che aveva in mano una società di business. Nel 1930, uno dei figli dei fondatori iniziò a lavorare sui motori delle auto, che all’epoca non erano di certo popolari come al giorno d’oggi. Nel 1936 era pronta la prima auto di questo costruttore, ma c’era ancora un problema. Infatti, la casa giapponese non aveva un logo.

A quel punto, fu indetto un concorso pubblico, ed a vincere fu il logo chiamato Toyoda, scritto in caratteri nipponici racchiusi in un cerchio. In sostanza, c’era la scritta che riportava il nome della famiglia al centro, che veniva rinchiuso da queste linee rosse. Tuttavia, si trattava di un simbolo ben diverso da quello attuale, ma comunque il significato era molto simile ad oggi.

Infatti, gli ovali sovrapposti al centro indicano il rapporto tra cliente e prodotto, con l’ovale che vuole invece indicare l’espansione del gigante Toyota in giro per il mondo. In seguito, questo logo si è perfezionato sino a diventare quello che conosciamo oggi, che ha mantenuto intatto il proprio significato, un vero simbolo di continuità.

Inoltre, c’è anche una leggenda attorno a questo marchio, con alcuni che credono che fu realizzato per rendere omaggio agli inizi dell’azienda, in cui si producevano macchine da cucire, ma anche telai. C’è da dire che questo logo rappresenta al meglio questo costruttore, dal momento che l’espansione nel mondo è stata totale e fatta di successi continui.

Impostazioni privacy