Formula 1, sta succedendo di tutto: verdetto ribaltato

Situazione incredibile in F1, con un verdetto che sembrava ormai certo che invece è stato completamente ribaltato.

Non mancano di certo le situazioni al limite nella F1 di questi ultimi anni, con i giudici di gara che sono diventati sempre più importanti per la risoluzione delle gare. Ci sono stati anche dei momenti che hanno comportato non poca tensione, come per esempio il finale del Mondiale 2021 ad Abu Dhabi e ora vi è anche il problema legato al Mondiale di Massa del 2008.

Verdetto ribaltato in F1
F1 (Ansa – Fuoristrada)

La più importante competizione motoristica del mondo porta con sé sempre una serie incredibile di polemiche e per questo motivo è assolutamente normale che ogni tanto le decisioni cambino. Ciò che rimane invariato al momento è il dominio senza possibilità di replica di quel fenomeno assoluto di Max Verstappen.

L’olandese ha dimostrato in questi ultimi anni di essere senza dubbio di una categoria superiore rispetto alla concorrenza e di essere stato in grado di raccogliere la pesante eredità di una leggenda come Lewis Hamilton. Superare l’inglese era davvero impresa ardua, con l’obiettivo di Super Max che è quello di poter pareggiare in futuro i conti con il pilota della Mercedes con sette Mondiali.

In queste ultime stagioni Lewis non sta vivendo un periodo prettamente brillante da un punto di vista dei risultati. A Budapest ha ottenuto l’unica Pole Position, mentre per l’ultima vittoria dobbiamo tornare in Arabia Saudita nel 2021. Nel mentre però non sono mancate diverse polemiche con lui protagonista e una ha portato a una discussione molto accesa per alcune frasi che gli hanno rivolto.

Tolta la multa a Piquet:” Non era razzismo”

In passato vi era stata una grande polemica attorno al brasiliano Nelson Piquet, con il tre volte campione del mondo che nella trasmissione brasiliana Enerto aveva utilizzato diversi epiteti offensivi contro Hamilton. Il più evidente è stata la parola con la “N” utilizzata con il diminutivo di “etto”.

Tolta la multa a Piquet per le frasi su Hamilton
Nelson Piquet e Lewis Hamilton (Ansa – Fuoristrada)

Una frase che ha lasciato tutti quanti perplessi e che ha portato inoltre Piquet a rincarare la dose parlando di una grande dose di fortuna nei suoi successi. Questo ha portato così a una iniziale multa per discriminazione, ma il processo è andato avanti e, come riporta il giornale Metropoles, di recente si è giunti a una sentenza.

La Corte di Giustizia del Distretto Federale dei Territori, con sede a Brasilia ha spiegato come la frase di Piquet sia di tipo “scherzoso” e non atta a portare avanti un discorso discriminatorio e incentrato sull’odio. Stando a quanto riportato dal giornale brasiliano, il termine utilizzato da Piquet potrebbe sembrare razzista, ma in realtà viene definito come colloquiale e innocente, nonostante abbia una velata ispirazione razzista.

In poche parole la Corte di Giustizia ha messo in chiaro come sarebbe meglio evitare certi termini, ma nel complesso non si può parlare di razzismo. Chi però non è per nulla d’accordo è l’avvocato Educafro, con quest’ultimo che è uno dei legali delle associazioni antirazziste che si sono scagliate contro Piquet. Ci sarà sicuramente un ricorso e l’esito non è per nulla scontato.

Impostazioni privacy