Red Bull, la rivelazione su Verstappen sorprende: “Non lo ho mai visto così”

La Red Bull e Max Verstappen festeggiano il titolo piloti, e sul campione del mondo è arrivata una rivelazione sorprendente. Che parole.

Il Gran Premio del Qatar ha incoronato Max Verstappen come tre volte campione del mondo, con la matematica conferma del suo titolo che è arrivata durante la Sprint Race del sabato. Infatti, a pochi giri dalla fine si è ritirato Sergio Perez, che era l’unico ancora in corsa dal punto di vista numerico, ma era chiaro che ormai il titolo sarebbe stata solo una questione di tempo.

Verstappen che parole per lui
Verstappen in azione a Losail (ANSA) – Fuoristrada.it

Super Max si è accontentato di un secondo posto nella “garetta” del sabato, chiudendo alle spalle di una grandissima McLaren, al top con Oscar Piastri, ma la vendetta è arrivata domenica. Partito dalla pole position, il figlio di Jos è stato inavvicinabile, con una gestione delle gomme perfetta ed una capacità di controllo della corsa spettacolare.

La regola imposta dalla FIA di effettuare tre soste obbligatorie per non rischiare l’esplosione delle gomme poteva essere uno svantaggio per la Red Bull, che fa di una miglior gestione degli pneumatici il suo punto di forza, ma nulla è cambiato, una dura lezione da digerire per i rivali. Verstappen è letteralmente imprendibile, e la F1 deve porsi delle domande sullo spettacolo.

Verstappen, ecco cosa ha detto Helmut Marko

Il Gran Premio del Qatar è stato molto difficile per i piloti, a causa delle condizioni climatiche estreme, ed anche Max Verstappen non è stato esente da difficoltà. Abbiamo visto che Logan Sargeant è stato costretto al ritiro per un calo fisico, mentre altri piloti si sono sentiti male durante e dopo la gara. A proposito di Super Max a parlare è stato Helmut Marko, il super-consulente della Red Bull, che ha descritto la situazione ai microfoni di “SKY Sports F1 UK“.

Max Verstappen dominio totale
Max Verstappen festeggia il mondiale a Losail (ANSA) – Fuoristrada.it

Ecco le sue parole: “Si vedeva che i piloti dovevano sedersi alla fine della gara, ed io non ho mai visto Max così sudato. Tutto ciò è avvenuto per via dell’umidità ed anche perché ci sono stati tanti cambi gomme durante la gara. Erano praticamente una serie di gare Sprint e tutto è stato portato al limite. Credo che Max abbiamo controllato la gara in modo sovrano, alla fine ha fatto il suo giro più veloce, ne aveva molto nel taschino“.

Marko ha poi dato l’ennesima mazzata ai rivali, parlando della possibilità che ha questa RB19, che ora punta dritta a quota 20 vittorie, un risultato ormai molto più che alla portata: “Ci siamo sempre assicurati di non mettere troppo in difficoltà le gomme, eravamo in una buona posizione nella loro gestione. Non abbiamo mai rischiato che un undercut mettesse in pericolo la sua prima posizione. Chiunque conosca Verstappen, sa che lui non molla mai e che non si tira mai indietro. Penso che 20 vittorie possano essere possibili, ed è quello che vogliamo. Considerando come sta guidando ed il suo livello di forma, unito al fatto che abbiamo un’ottima macchina, è un risultato che possiamo raggiungere“.

Impostazioni privacy