Autovelox “killer”, succede l’impensabile: sono tutti sconvolti

L’Autovelox colpisce più di mille automobilisti in poco più di due mesi di controllo: è guerra contro l’occhio elettronico, ma la situazione precipita e si perde il controllo.

La lotta contro l’alta velocità, soprattutto nei centri urbani e nei piccoli comuni, è una guerra all’ultima multa che i governi delle singole città stanno cercando di portare avanti in tutti i modi. La sicurezza sulle strade è sempre al primo posto per garantire a tutti i cittadini la tranquillità di una passeggiata nei centri senza correre rischi e pericoli a causa dei pirati della strada.

Autovelox "killer", succede l'impensabile: sono tutti sconvolti
Autovelox (ANSA) – Derapate.it

Troppo spesso sono successe tragedie alle quali non c’è stato modo di rimediare e per questa ragione, alle città non è rimasta altra soluzione che indossare il pugno duro e mettere alle strette gli automobilisti col piede pesante. Ecco che in molti Comuni sono stati installati ulteriori dispositivi di controllo velocità mobili per garantire la sicurezza. Ma in questo piccolo Comune, qualcosa è andato storto.

La guerra agli autovelox

Li chiamano “Zorro degli autovelox” questi delinquenti e sconsiderati cittadini che, in sprezzo totale delle regole della strada, già da qualche tempo si sono dati all’hobby di distruggere e oscurare le telecamere degli autovelox sulle strade urbane. Questa pratica è di sicuro un atto vandalico bello e buono, che non solo nuoce alla cittadinanza in quanto mette in pericolo i cittadini, ma è grave anche per le loro tasche: tutti gli arredi stradali, come autovelox, dossi e semafori, vengono pagati con le tasse versate dai contribuenti, quindi con i soldi dei singoli cittadini.

autovelox
Distruggere gli autovelox: ecco vandalismo di questi ultimi mesi – Freepik.com – Fuoristrada.it

Insomma, un danno enorme che purtroppo sul web sta trovando centinaia di sostenitori, che inneggiano a questi atti di vandalismo e li replicano nelle proprie città. Un evento simile in tutto e per tutto è infatti capitato in questo piccolo Comune di Peschiere a Conscio, dove il vandalismo non si è fermato alla sola distruzione dell’autovelox, ma è andato ben oltre.

Una città sconvolta dall’accaduto

In questo piccolo Comune di Peschiere a Conscio, qualche mese fa e per volontà di tutti i cittadini, era stato installato un nuovo autovelox, stavolta un dispositivo mobile controllato tutti i giorni da una pattuglia della polizia, come soluzione temporanea per fermare gli automobilisti scorretti. L’autovelox, in poco più di due mesi era riuscito a beccare in flagrante tantissimi conducenti, recapitando un totale di 1000 multe salatissime.

In seguito a ciò, una notte, qualche delinquente aveva ben pensato di oscurare la telecamera, che però era stata subito ripristinata. Allora, il vandalo era tornato e aveva completato l’opera, distruggendo il dispositivo e per di più, con una bomboletta spray, aveva inveito con parole grosse contro le Forze di Polizia. Ora si cerca il colpevole e la Sindaca fa sapere che non ci sarà tregua nella guerra all’alta velocità e l’autovelox verrà subito ripristinato per la sicurezza di tutti.

Gestione cookie