Autostrade per l’Italia nei guai: devono riconoscere questi sconti, ecco di cosa si tratta

Autostrade per l’Italia non se la passa proprio benissimo evidentemente, stando alle ultime news in materia.

Fra le società più importanti in Italia figura sicuramente Autostrade per l’Italia. Soprattutto nel periodo estivo, il nostro Paese è davvero molto trafficato. Quindi è normale che si parli e si consideri particolarmente rilevante l’azienda che cura gli interessi delle autostrade italiane.

autostrade per l'italia antitrust segnalazione
Autostrade per l’Italia nei guai (Fuoristrada.it)

Di recente però non si è parlato di Autostrada per l’Italia solo per il grande traffico estivo. A quanto pare, il brand in questione è stato accusato di un argomento non propriamente leggerissimo.

Sarà chiamato a difendersi dalle ultime accuse nei suoi confronti. La gestione della mobilità nel nostro paese è argomento davvero molto importante per cittadini e automobilisti italiani e non solo. Addentriamoci allora all’interno di quella che sembra essere veramente una news infiammata e a dir poco interessante. Scopriamo tutti i dettagli.

Autostrade per l’Italia nei guai: cosa sta succedendo veramente

Autostrade per l’Italia nei guai? A quanto pare, l’azienda è stata segnalata all’Antitrust per i mancati sconti nei confronti di quegli automobilisti che non hanno il telepass e che stanno affollando la rete. L’associazione di tutela dei consumatori Konsumer ha fatto sapere di aver segnalato un presunto comportamento anticoncorrenziale della Società Autostrade per l’Italia all’Antitrust.

autostrade per l'italia antitrust segnalazione
Autostrade per l’Italia, cosa succede: i dettagli (fuoristrada.it – Ansa)

Si legge nella nota “segnaliamo ciò a seguito di numerosissime segnalazioni giunte da possessori di sistemi di telepedaggio diversi da Telepass. A questi utenti è risultato impossibile usufruire degli sconti riservati ai clienti Telepass. Una pratica che secondo noi raffigura una chiara slealtà commerciale rispetto agli operatori concorrenti e che penalizza gli utenti che hanno operato scelte diverse da Telepass. L’offerta rappresenta una scelta da parte dei consumatori, che però in questo modo sarebbe davvero meno libera”. A quanto pare però non è la prima volta che ci sono discussioni di un certo tipo in merito.

In passato, si legge ancora nel comunicato di Konsumer, c’erano stati dialoghi con Autostrade per l’Italia in merito alla presenza di cartelli riportanti la scritta Telepass ai caselli: “Ci rifacciamo all’Antitrust per avere una risposta definitiva che vada a stabilire l’anticoncorrenzialità delle manovre di società autostrade e che permetta sin da subito a tutti i possessori di apparecchiature per il telepedaggio di usufruire del servizio al medesimo costo e con indicazioni chiare e trasparenti. Sta poi all’operatore fornire al proprio cliente le migliori condizioni al fine di risultare effettivamente concorrenziale. Tanto nei costi, quanto nel servizio”.

Gestione cookie