Renault, torna la Twingo ma finirà subito al museo

La Renault fa rivivere il mito della Twingo, ma la nuova creazione della casa automobilistica non finirà in strada: si è guadagnata un posto al museo.

Tra le auto che hanno fatto la storia dei motori c’è certamente la Renault Twingo. L’auto, recentemente tornata alla ribalta per via della “querelle” tra Shakira e l’ex marito, il calciatore Gerard Piqué (“hai scambiato una Ferrari con una Twingo”, ha cantato la popstar in uno dei suoi ultimi singoli all’ex compagno fedifrago) sta vivendo una vera seconda giovinezza.

renault twingo museo
Renault Twingo (Media Press Renault) – Fuoristrada.it

Approfittando del trentesimo anniversario del suo lancio (avvenuto nel 1993) la Twingo ha rilanciato il modello. A a proposito di arte, l’iconica auto si è regalata uno speciale ed esclusivo appuntamento al museo.

Twingo, anniversario al museo

La francese Renault ha affidato al genio di Sabine Marcelis la ricreazione di uno dei modelli iconici della casa di produzione automobilistica, nell’anno del trentesimo anniversario dalla sua prima volta sul mercato. Si tratta della vendutissima e apprezzatissima Twingo.

L’idea di farla rivivere attraverso le idee della celebre designer e artista contemporanea sorge proprio dal desiderio di rendere l’auto innovativa e adatta ai tempi, nonostante si tratti di una vettura che è stata protagonista di decenni fa. Così è venuta fuori una versione artistica della Twingo del 1993 che ha già incuriosito gli appassionati.

La Twingo d'artista: l'opera per i 30 anni
Twingo, per i 30 anni un’auto da museo (YouTube) – Fuoristrada

L’olandese Sabine Marcelis si è resa ancora più famosa dopo aver vinto l’ultima edizione del premio “Elle Deco International Designer of the year award”. Non c’erano reali concorrenti, trattandosi di un’artista che con le sue interpretazioni realizzative si è imposta come fra le più influenti al mondo. Le sue opere sono state esposto ad Art Basel così come in tanti altri musei del globo. La Renault ha osservato questa traiettoria e ha deciso di chiamarla in squadra per un appuntamento storico.

Twingo festeggia 30 anni: la creazione dell’artista finirà al museo

Dopo Mathieu Lehanneur, che ha disegnato la 4L Suite N°4, e Pierre Gonalons, colui che ha rivisitato la R5 Diamant, Renault ha pensato a Sabine Marcelis. Proprio quest’ultima è intervenuta pubblicamente nel raccontare questa collaborazione: “L’azienda mi ha invitato a ripensare alla Twingo per l’anniversario. Per me è stata un’opportunità formidabile e un’area tutta da esplorare”.

D’altronde, è la prima volta in assoluto che l’artista si trova a dover progettare una vettura nel suo design. La sfida già grande è stata quella di far combaciare il legame con la tradizione e la necessaria innovazione.

Twingo, la Marcelis disegna l'auto per i 30 anni
Trent’anni di Twingo, la nuova creazione (YouTube) – Fuoristrada

La missione è più che compiuta. La Renault è entusiasta del risultato finale, perché si è generata una sinergia impeccabile fra i materiali del passato e del presente. È venuta fuori una Twingo concept-car davvero inattesa per la sua raffinatezza sebbene l’auto fosse stata inizialmente concepita come una vettura popolare e accessibile per la città.

Ciò che è stato salvaguardato e ribadito è la  silhouette monovolume con i suoi fari tondi, che ne hanno fatto una caratteristica unica. L’interno è luminoso con spazi per definiti. Grazie alla Marcelis sono stati favoriti giochi di trasparenza con colori e materiali che hanno reso la Twingo da museo, ma preservandone l’apprezzata essenza.