Porsche, Mercedes, BMW: dalla super truffa alla super asta

Addio alle automobili coinvolte in una truffa per i loro proprietari: le vetture andranno all’asta.

Non sempre chi si compra una supercar lo fa in modo lecito o con guadagni su cui ha effettivamente pagato le tasse. Tralasciando i casi più famosi di personaggi noti al pubblico che sono stati scoperti a fare qualcosa di sbagliato con i propri soldi per comprare delle vetture costose e di lusso anche il nostro paese è pieno di casi analoghi che magari fanno meno rumore ma sono gravi!

Guardia di Finanza auto truffa asta
Il tutto è stato portato avanti dalla Guardia di Finanza italiana (Ansa) – Fuoristrada.it

L’ultima notizia di una grande truffa che ha portato al sequestro di un vero patrimonio in supercar arriva dalle indagini che hanno portato a Treviso al sequestro di beni per quasi un milione di Euro in seguito ad una truffa economica importante: in poche parole, gli indagati avevano avviato un sistema di riciclaggio di denaro tramite criptovalute comprando anche delle automobili da affittare ai clienti.

Quello che i giornali hanno ribattezzato lo scandalo delle nft con ovvio riferimento alle famose opere che si possono acquistare online in Bitcoin e con altre valute digitali non tracciabili ha portato al processo di messa all’asta di una grande serie di supercar tra le più costose e ricercate sul mercato. Non tutto il male viene per nuocere, penseranno i collezionisti che ora possono comprarle a prezzi di favore.

Porsche dappertutto!

Secondo gli agenti delle Fiamme Gialle le oltre trenta persone che hanno avuto ruoli di diversa entità nella truffa avevano messo assieme un vero patrimonio di automobili sportive, affittate tramite un concessionario ora chiuso per le indagini. Le auto andranno all’asta giudiziaria e tra i modelli troviamo anche mezzi molto interessanti.

Guardia di Finanza auto truffa asta
L’intervento degli agenti ha portato al sequestro di una Porsche ed altre auto (Ansa) – Fuoristrada.it

Tra le vetture messe all’asta troviamo una Porsche Carrera Cabriolet della vecchia serie, una Volkswagen Passat che è forse l’auto meno ricercata dai collezionisti tra quelle sequestrate, una Mercedes GLE ed un Audi Q8 e infine anche un’Alfa Romeo Stelvio e una coppia di BMW X5 ed X3 che andranno al miglior offerente. Il ricavato dell’asta, in caso di dimostrata innocenza del proprietario dell’autosalone, sarà completamente devoluto allo stesso.

Eventi come questi sono sempre più frequenti nel nostro paese e se da un lato comprare un’auto ad un’asta giudiziaria è un ottimo modo per risparmiare, dall’altro è scoraggiante che esistano così tante persone pronte a truffare il prossimo solo per acquistare automobili sportive e di lusso.

Gestione cookie