Patente, entra in vigore il nuovo obbligo: subito record di multe

Nonostante si sia in possesso di una regolare patente di guida, in alcuni casi è severamente vietato mettersi al volante. A cosa ci stiamo riferendo? Ecco tutti i dettagli.

Ogni automobilista è tenuto a rispettare tutte le norme presenti sul Codice della Strada. Se non si rispettano le regole, infatti, si possono correre parecchi rischi sotto molteplici aspetti. Infatti, chiunque dovesse essere colto in fallo, rischia di subire pesanti ammende amministrative, in base all’infrazione commessa.

patente
Patente (Fuoristrada.it)

Parcheggiare la macchina in divieto di sosta, buttare rifiuti dal finestrino, superare i limiti di velocità. Sono queste alcune mosse da evitare assolutamente per non essere multati dagli agenti di controllo. Per essere un automobilista realmente rispettoso delle regole sarà opportuno conoscere tutte le norme stradali. In alcuni casi, inoltre, occorre del buon senso per non mettere a repentaglio la propria vita e quella di tutte le altre persone presenti in strada.

Ecco l’obbligo da rispettare

Non tutte le violazioni delle norme presenti sul Codice della Strada sono punite allo stesso modo. La sanzione, infatti, aumenta in base alla gravità dell’infrazione commessa. Uno dei casi più gravi si ha in riferimento alla guida in stato di ebbrezza. Mettersi al volante in condizioni psicofisiche non idonee è una delle cose più sbagliate da fare. Infatti, chiunque decida di guidare ubriaco mette a rischio la propria incolumità e quella delle altre persone.

Se si eccede con l’alcool, dunque, è opportuno farsi da parte. L’auto potrà essere guidata da una persona sobria, in modo tale da non essere mai un pericolo per gli altri. Purtroppo, però, sono tante le persone che pensano di poter ugualmente portare la macchina anche in condizioni fisiche e mentali alterate rispetto alla norma. Un qualcosa che può essere seriamente punito dalla legge in caso di posto di blocco della polizia. Che cosa si rischia?

La pesante multa

L’articolo 186 del Codice della Strada dispone tutte le ammende per chi dovesse essere ‘beccato’ nel portare la propria auto in stato di ebbrezza. Le sanzioni variano in base al tasso alcolemico registrato dalla macchinetta, in seguito alla richiesta di test da parte degli agenti preposti al controllo. Il limite da non superare mai in riferimento al tasso alcolemico è di 0,5.

Guida stato ebbrezza 17 gennaio 2023 fuoristrada.it
Guida in stato di ebbrezza: ecco le pesanti multe (Fuoristrada.it)

Se viene registrato un tasso alcolemico compreso fra 0,5 e 0,8, allora si potrà essere punti con una multa minima di 543 euro e una multa massima di 2.170 euro. Da 0,8 a 1,5, invece, la sanzione sarà compresa fra 800 e 3.200 euro. Nei casi più gravi si può arrivare anche all’arresto fino a 6 mesi. Con un tasso superiore a 1,5, infine, si potrà arrivare anche a sanzioni fino a 6.000 euro, oltre all’arresto fino a 6 mesi. Nelle ore notturne, inoltre, le multe possono subire un aumento del 50%. Se hai bevuto, quindi, non commettere mai l’errore di metterti alla guida.