Addio alle auto: mondo della mobilità stravolto da un italiano: rivoluzione iniziata

Il futuro delle automobili potrebbe essere a rischio. Basta macchina nelle città? Un italiano pronto a stravolgere la mobilità in europa

Provate ad immaginarvi un mondo senza automobili. Difficile, giusto? Eppure la cosa potrebbe presto diventare realtà. La colpa? E’ di un italiano, che si è messo in testa un incredibile e rivoluzionario obbiettivo: dire addio alle auto in tutto il paese. Ma è solo una utopia?

Si tratterebbe certamente di una vera rivoluzione. Spostarsi senza veicoli sembra impossibile, eppure già avviene a Mackinac Island, negli Stati Uniti. Insomma, un ritorno al passato…o un nuovo futuro senza le quattro ruote a farla da padrone? Quel che è certo è che sono molti ad essere convinti di potere riuscire a farne a meno.

niente auto 18012022 fuoristrada (6)
Presto le automobili potrebbero scomparire (Fuoristrada.it)

L’automobile è ormai da oltre cento anni parte della nostra vita. E’ un secolo che la macchina è il mezzo di trasporto per eccellenza, in origine destinata solo alle persone più facoltose, poi invece diventata di tutti. Se non si vuole rimanere “legati” a mezzi pubblici e avere difficoltà nello spostarsi averla è certamente un must, una vera comodità che permette di spostarsi quando si vuole in totale tranquillità…ma c’è anche chi è convinto che non sia poi così necessaria.

Non è un segreto infatti che oltre che tante comodità l’automobile porti anche molte difficoltà soprattutto per l’ambiente. Da decenni le automobili sono tra i principali fattori di inquinamento. E nonostante nell’ultimo periodo l’industria dell’auto si sia spostata verso un modello produttivo sempre più orientato verso la sostenibilità, con un maggiore investimento sulle auto elettriche, questo non toglie un altro grande problema: il traffico delle metropoli e il la sovrappopolazione delle città.

Certo, sarebbe bello riuscire a fare a meno della confusione e del traffico cittadino, e eliminare i rischi per il nostro ambiente. Se questo potrebbe essere possibile nelle grandi città, dove i collegamenti funzionano bene e il problema può essere risolto, certamente più difficile è la situazione nei posti più remoti, dove i collegamenti non sono buoni e fare a meno delle auto risulta più complicato.

Un italiano guida la rivoluzione: basta auto? L’esempio di Valencia

In Europa, anche grazie all’aiuto dell’assessore di origini italiane  Giuseppe Grezzi, Valencia sta provando a dire addio alle automobili e il progetto sembra già a buon punto. Limitazioni e altri tipo di agevolazioni stanno dando i loro frutti. La città ha potenziato i trasporti pubblici a beneficio dei cittadini, facendo si che questi non abbiano bisogno di ricorrere all’automobile. Sono state aggiunte molte linee extra, anche notturne per far si che i collegamenti siano sempre attivi  Che possa essere l’esempio da seguire?

mezzi pubblici 18012022 fuoristrada
Potenziare i mezzi pubblici è la strada del futuro (Fuoristrada.it)

La città spagnola è stata premiata con l’ European Green Capitol Award proprio per l’impegno nei confronti dell’ambiente. Valencia si è impegnata ad azzerare totalmente le emissioni nocive entro il 2030, cinque anni prima dello stop predisposto dal parlamento europeo alla produzione di automobili tradizionali. La missione è già a buon punto. Che sia il primo passo per dire basta alle automobili?