“Stavo per andare in Ferrari”, l’ammissione del numero uno è spiazzante: rammarico per i tifosi della Rossa

La Ferrari vicino al colpo grosso: il numero uno stava per vestirsi di rosso. La confessione spiazza tutti. Che rammarico!

Ogni appassionato di Formula 1 sa che dietro la vittoria di un mondiale non c’è solo un bravo pilota, ma un lavoro di gruppo che parte, in primis, dalla progettazione della vettura sino ad arrivare alle strategie di gara. E’, insomma, un lavoro di squadra, dove a fare le fortune della scuderia è avere dei veri fenomeni in ogni campo.

ferrari newey 28122022 fuoristrada
Il numero uno vicino alla Ferrari (Fuoristrada.it)

Ne sa qualcosa la Red Bull che, oltre ad un pilota straordinario come Verstappen, può contare anche su un assoluto genio nel dietro le quinte. Si tratta di Adrian Newey, già in passato tra gli artefici dei successi Williams e McLaren e oggi ufficiale tecnico capo della scuderia inglese.

L’ingegnere britannico è numeri alla mano uno dei migliori progettisti della storia della disciplina. E’ infatti stato artefice nel corso degli anni e delle sue diverse esperienze di ben 11 vittorie del mondiale piloti,  10 titoli costruttori e ben 142 gran premi vinti grazie alle sue creazioni. Si è imposto come ingegnere di pista, aerodinamico, progettista e direttore tecnico rivelandosi un assoluto fuoriclasse in ogni veste.

Non è una sorpresa, dunque, che sia l’ingegnere più corteggiato della Formula 1, con team pronti a fare follie per averlo nella loro squadra. In primis la Ferrari. Da anni la scuderia di Maranello tenta di corteggiarlo e convincerlo a sposare la causa del cavallino rampante. Averlo alla “rossa” sarebbe un sogno di dirigenza e tifoseria.

L’ingegnere ha sempre rifiutato: troppo forte il legame con l’Inghilterra, che lo ha spinto a rifiutare sempre la corte della Ferrari.

Newey confessa: l’ingegnere vicino alla Ferrari. Il retroscena

A sorpresa, però, lo stesso Newey ha rivelato di essere stato molto vicino ad accettare la corte del Cavallino. La Ferrari è il team più rinomato della Formula 1, e neanche l’ingegnere britannico è immune al fascino di Maranello.

adrian newey 28122022 fuoristrada
Adrian Newey (Fuoristrada.it)

In una lunga intervista rilasciata al sito britannico The Race, Newey ha rivelato che nei primi anni di utilizzo delle power unit V6 è stato vicino a lasciare la Red Bull e ha a lungo meditato sulla possibilità di lasciare la scuderia. Infastidito dalla Renault, che all’epoca forniva i motori alla Red Bull, l’ingegnere britannico ha rivelato di avere vacillato. “Ero disilluso e stavo per andare alla Ferrari” ha ammesso a sorpresa. “Ero felice alla Red Bull, ma infastidito dal fatto che avessimo un motore non competitivo”.

La rabbia con la Renault, rea a sua detta di preoccuparsi maggiormente del marketing che non di dare vita ad una vettura competitiva, aveva fatto perdere motivazione a Newey e gli aveva fatto accarezzare l’idea di accettare la corte di Maranello. Alla fine, però, finì tutto in un nulla di fatto, e la clamorosa trattativa non si è mai concretizzata. Con buona pace della Ferrari, che continua a sperare, prima o poi, di riuscire a convincerlo.