Ferrari, che sgarbo alla Red Bull: vogliono scippare il campione al team

La Ferrari, un marchio iconico che adesso sembra in procinto di tentare una vera e propria mossa a sorpresa. I dettagli.

E’ giunta al termine anche la stagione 2022 di Formula Uno, che ha incoronato la Red Bull e soprattutto per la seconda volta consecutiva Max Verstappen. Il fuoriclasse olandese, già due volte campione del mondo, aveva già fatto suo il prestigioso alloro iridato battendo al termine di una stagione straordinaria Lewis Hamilton.

max verstappen
Max Verstappen (Fuoristrada.it)

Quest’anno però, sia lui che per il suo fantastico team, il pilota ex Toro Rosso ha dovuto sudare decisamente meno rispetto al recente passato. Entrambi i mondiali sono infatti arrivati con largo anticipo. Troppo poco quanto fatto nell’arco della stagione dalla Ferrari, ancor meno quanto ottenuto dalla Mercedes guidata da Russell ed Hamilton. Un doppio risultato, che ha donato ancor più certezze alla scuderia di Milton Keynes. Al contrario di Ferrari, già pronta ad una clamorosa, ennesima rivoluzione.

F1, a Maranello aria di cambiamenti: Binotto ai saluti

I rumors si amplificano nelle ultime ore, e allora la faccenda si fa sempre più seria. Già, perché pare proprio che Mattia Binotto e la Ferrari siano in procinto di dire basta alla loro storia d’amore durata – se terminerà nel 2022 – quasi trent’anni. Un addio, quello dell’attuale team principal del cavallino rampante, che fa male, malissimo.

Soprattutto pensando a quante speranze, dopo l’addio di Maurizio Arrivabene a fine 2018, erano riversate sul nuovo progetto gestito in prima linea da Binotto. E a questo punto, se le voci di queste ultime ore si riveleranno realistiche più che mai, tutto nuovamente finito. Da resettare. Chi al suo posto? I nomi fatti sono stati tanti, dai più ai meno blasonati. Il più papabile sembra essere Vasseur dell’Alfa Romeo, ma occhio anche ai numeri uno dei top team. A partire da quello campione del mondo in carica.

La Ferrari punta Christian Horner: i dettagli

L’uomo degli undici titoli mondiali Red Bull, dei successi di Sebastian Vettel prima e Max Verstappen poi. Christian Horner, appannato negli ultimi anni soltanto dal team principal della Mercedes Toto Wolff, è strettamente legato alla Red Bull. Con la quale ha conquistato di tutto in Formula Uno, e non sembra intenzionato a fermarsi per alcun motivo al mondo. Ecco perché, a quanto pare, nemmeno una chiamata dalla Ferrari sembra in grado di convincerlo a cambiare aria. Nemmeno con le attesissime dimissioni di Mattia Binotto. Perché la coda, l’attesa e la speranza di prendere il posto del tecnico svizzero non c’è affatto. Per il momento, a ricoprire il delicato ruolo di team principal, ci penserebbe l’amministratore delegato Benedetto Vigna.

Christian Horner, team principal Red Bull: Ferrari sulle sue tracce 28 novembre 2022 fuoristrada.it
Christian Horner, team principal Red Bull: Ferrari sulle sue tracce fuoristrada.it

Ma poi? Non di certo Horner, come rivelato dalla testata giornalistica olandese racingnews365.com. La rossa avrebbe sondato proprio il manager britannico, così come altre figure di spicco del paddock. Ma, a quanto pare, niente da fare. Nemmeno con un’offerta molto succosa, traducibile in un pacchetto che garantirebbe una pensione più che confortevole nel futuro dell’uomo Red Bull. Ma non è stato sufficiente. Perché il rischio di finire come tanti altri, è più semplice di quanto si possa pensare. E Christian Horner, uomo vincente ma non amante del rischio, non ci pensa proprio. Meglio rimanere dalla parte del rivale. Che a volte, finire tra i “buoni”, è peggio di essere considerati “villain”.