Addio alla ZTL, la revoca è ufficiale | L’annuncio: “Aumentava solo il caos”

La politica per una volta non sposa posizioni ideologiche, utilizzandolo soltanto criteri di “logica”. Il provvedimento di cui parlano tutti

Le reazioni sono bipartisan. E per una volta la politica non si divide. Una decisione epocale, che farà felici gli automobilisti, che, invece, solitamente rimanevano imbottigliati negli ingorghi causati anche dalla decisione di istituire la Ztl.

Le zone a traffico limitato, note semplicemente come ZTL, in Italia, sono aree nelle quali viene limitato l’accesso a particolari categorie di veicoli, permanentemente oppure in determinate fasce orarie. Le ragioni che portano ad istituire una zona a traffico limitato possono essere svariate: spesso l’intento è quello di ridurre il traffico nei centri storici, soprattutto durante i periodi con maggiore affluenza di traffico.

Ztl (Ansa) 22.11.2022 fuoristrada
Ztl 22 novembre 2022 fuoristrada.it

Le ZTL possono anche essere finalizzate a mantenere sotto controllo i livelli di inquinamento nelle aree urbane, oppure per aumentare le entrate amministrative con il pagamento di un pedaggio urbano. Ma questa volta è stato deciso che erano più i disagi che creava, che non i benefici.

Quindi la politica per una volta non sposa posizioni ideologiche, utilizzando soltanto criteri di “logica” su ogni singolo intervento da mettere in atto. Ovviamente, accanto a decisioni di questo tipo bisognerà predisporre adeguati provvedimenti per migliorare la viabilità.

La metropoli italiana dice addio alla ZTL

Al pari di come avviene nelle corsie preferenziali e nelle aree pedonali, le sanzioni amministrative per accesso non autorizzato in ZTL hanno un importo compreso tra € 83,00 e € 333,00 ma non prevedono la decurtazione di punti dalla patente di guida. I cittadini non avranno più di questi problemi.

Piazza Dante a Napoli (Google Street) 22.11.2022 fuoristrada
Piazza Dante a Napoli (Google Street) fuoristrada.it

L’Amministrazione Comunale di Napoli, infatti, ha deciso di cancellare la Ztl in Piazza Dante. Una scelta drastica e definitiva con cui vengono spente per sempre le due telecamere che si trovano nella piazza. Si tratta dei due varchi di via Toledo, altezza via dei Pellegrini, in direzione via Pessina, e di Piazza Dante, in direzione via Toledo.

Una fine annunciata, potremmo dire. La Ztl era stata sospesa a settembre 2020 per agevolare la viabilità dopo il crollo in Galleria Vittoria ed è rimasta sospesa per 2 anni, fino allo scorso 15 settembre, quando è stata riattivato il pre-esercizio, che scadeva il 30 novembre. E che non sarà prorogato.

Il provvedimento è stato assunto con disposizione degli assessori Edoardo Cosenza (Viabilità), Teresa Armato (Turismo e Commercio) e Antonio De Iesu (Polizia locale). Vedremo come reagiranno i napoletani e se il traffico della città partenopea godrà di benefici.