Attenzione a questa truffa per l’Auto, oltre al danno rischi la beffa: solo così puoi difenderti

Attenzione alla truffa: i casi in merito sono, purtroppo, in aumento. Tuttavia ci si può difendere seguendo questi consigli

Il web, purtroppo, oltre alle tante importanti ed evidenti novità e possibilità che porta in dote, porta con sé anche alcuni rischi incombenti che hanno a che fare con truffe e tentativi di raggiro che possono colpire, indistintamente, tutti gli utenti.

Truffa falsa assicurazione come difendersi
Una possibile truffa in agguato sul web. Attenzione massima – Fuoristrada.it

Sono in aumento, ad esempio, i casi di coloro che si recano nei comandi delle autorità competenti per segnalare di essere stati oggetti di truffa in merito alla propria Assicurazione RCA (responsabilità civile dell’automobile).

Inutile negare che questa tipologia di problema si verifica prevalentemente sul web, quando si sceglie di affidarsi a presunti professionisti che poi, a lungo andare, si rivelano solo dei truffatori molto abili.

Un esempio pratico di queste truffe legate all’assicurazione è quanto accaduto nei giorni scorsi nell’anconetano con la “vittima” totalmente ignara del misfatto, suo malgrado, fino al momento di un normale controllo di polizia avvenuto tramite una pattuglia della Polizia Locale di Falconara, nota località costiera marchigiana.

Truffa sulle assicurazioni, ecco come difendersi

Un 45 enne residente ad Ancona, dopo essere stato fermato, risultava essere totalmente sprovvisto dell’assicurazione Auto. Tramite l’efficacissimo sistema di rilevazione Targasystem, è subito emerso che il suo veicolo, una Range Rover, non era assicurato anche se l’uomo ha esibito il tagliando di un contratto temporaneo per il quale aveva già speso una cifra ingente. Inevitabile per lui una sanzione ma non è tutto.

Truffa Assicurazione come difendersi
Senza Assicurazione si rischia una multa ingente al posto di blocco e non solo (Ansa) – Fuoristrada.it

L’unica buona notizia per la vittima di questo raggiro è che gli agenti hanno riconosciuto la sua buona fede anche perché altri automobilisti si erano recati nello stesso comando di polizia locale una volta appurato di essere privi di assicurazione, seppure avessero pagato centinaia di euro. Tutti sono stati vittime dello stessa truffa.

Per tutti, in questi casi, come ricorda lo stesso comando in questione, sarà utile considerare il fatto di appoggiarsi ed affidarsi solo e soltanto alle compagnie abilitate che potete trovare sul sito dell’Ivsass, Istituto nazionale di vigilanza sulle assicurazioni stesse.

Di fronte a situazioni simili, è bene dirlo, la prudenza è fondamentale, piaccia o no. Mai ricorrere a presunti intermediari che pubblicizzano polizze a poco prezzo magari con pagamenti tramite modalità sospette. In questi casi, interrompete subito l’eventuale transazione. Il rischio, infatti, è di trovarsi senza copertura assicurativa sull’auto, procurando un potenziale danno per sé e per gli altri.

Impostazioni privacy